Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 05/05/2021 alle ore 19:04

Ippica & equitazione

29/01/2021 | 18:59

Ippica, all'’Ippodromo Snai La Maura la bella prova di Zar Ross

facebook twitter pinterest
Ippica Ippodromo Snai La Maura

ROMA - All’Ippodromo Snai La Maura Trotto di Milano un bel venerdì di corse con il programma chiuso da una spettacolare prova ad handicap sulla distanza dei 2700 metri valida come corsa Tris/Quarté/Quinté per il Premio Sj’S Photo. Una corsa sulla carta molto complicata, e che invece Zar Ross ha risolto con estrema semplicità: merito naturalmente del suo interprete e preparatore Andrea Guzzinati, driver che ha proprio nella pulizia della guida una delle sue principali virtù. Il driver torinese ha azzeccato tutte le mosse in sulky al portacolori di Francesco Rosselli e ha disegnato per il suo allievo un percorso perfetto. Veloce dal secondo nastro, Zar Ross si è subito posizionato a centro gruppo, in terza pariglia, al mezzo giro finale ha seguito le mosse di Agrado, il quale in poche battute si è sbarazzato del battistrada Diabolo Castelets e dell’attaccante Vulcan Black, in retta ha sorvolato il rivale per spaziare comodissimo a media di 1.14.8 sui 2720 metri. Una bella vittoria e soprattutto una conferma della predisposizione del figlio di Andover Hall per questi schemi, dove raramente delude. Molto seguito al betting, Azteco dei Greppi ha confermato l’ultima performance romana con un’altra prestazione di grande spessore: da fondo gruppo, l’ospite toscano di Roberto Biagini ha cominciato la sua risalita sul penultimo rettilineo, è stato costretto ad affrontare l’ultima curva per corsie proibitive ma ha saputo reiterare il suo sforzo e ha colto uno strepitoso secondo posto battendo Agrado, un pò in affanno nel finale ma comunque autore a sua volta di prestazione maiuscola. Vicki Laksmy ha avuto qualche intoppo al mezzo giro finale che gli ha fatto perdere posizioni preziose, ma si è riproposto in retta e ha chiuso quarto davanti a Viola Trio. Il favorito Vaprio ha pagato una partenza non troppo brillante: il portacolori della Indal ha tentato la risalita sul penultimo rettilineo avvicinando le prime posizioni ed entrando terzo in retta ma lì è calato terminando ai piedi del podio del Quintè. Bella prova di forza di Celsius Mabel Fm nel Premio Lady Jane in apertura di riunione: guidato anche oggi da Fabio Settimio Mollo, l’allievo di Maurizio Milani ha indotto alla resa il rivale dichiarato Chrono Ek nonostante il rivale avesse conquistato senza fatica il comando volgendo dalla sua il piano tattico della corsa: Il figlio di Nad Al Sheda si è scoperto sulla penultima curva, ha progressivamente avvicinato il coetaneo di Gocciadoro e in retta lo ha sorpassato per imporsi a media di 1.15.5 centrando la seconda vittoria consecutiva, la terza in carriera. Chrono Ek ha chiuso secondo ma esce un filo ridimensionato dal confronto: sfortunato Cupido Cup, falloso in retta quando si preparava allo sprint e dava l’idea di poter dire la sua anche per la vittoria. Gentlemen proprietari in sediolo a cavalli di cat. E/F nel Premio Iacco Bi, sulla distanza del miglio: per il favorito Vi Prav, tra l’altro molto seguito al betting, l’aver graduato esageratamente (km addirittura in 1.21 e spiccioli) riducendo la corsa ad una volatina di 300 metri, si è rivelato una scelta controproducente: scopertosi a metà corsa, Alcoy dei Greppi lo ha accompagnato senza sentire il percorso esterno e nel testa a testa finale, a sorpresa, è riuscito a sopravanzarlo, di misura ma chiaramente, a media di 1.17.4. Resta la prestazione eccellente dell’allievo di Mauro Guasti affidato ad Alessandro Fogliata, ma la sensazione è che con una diversa distribuzione dei parziali il risultato poteva essere diverso. Più indietro Zorro Zl ha conservato il terzo posto.
Fallosa l’ultima volta, Balla You Sm si è prontamente riscattata nel Premio Guybo, la prova con partenza tra i nastri per cavalli di 4 anni: la cavalla di Alessandro Gocciadoro è sfilata in meno di 600 metri su Be Bop Si, è stata libera di gestire il ritmo e in retta, dopo un attimo di esitazione, si è distesa per vincere bene a media di 1.16.4. Be Bop Si si è dovuta accontentare della piazza d’onore così come Bluriver della terza moneta. I cavalli di 4 anni erano protagonisti anche nel Premio Sassy Jane, una “reclamare” sui 1650 metri: sfruttava al meglio l’occasione favorevole Bailar Con Tigo, che una volta rimasta in testa sull’errore di Beyonce’, imponeva ritmo brillante (km in 1.16.4) e non si faceva mai minacciare dai rivali, completando il suo sforzo a media di 1.14.5, nuovo personale. Beren seguiva la rivale sin dal via e manteneva chiaramente il piazzamento, come pure faceva Baurid per la terza moneta anche se nel finale era incalzata da Byron del Ronco. Con Altair Etoile in errore sulla prima curva, disco verde per Zandroz nel Premio Timane Jane, la prova a resa di metri per cavalli anziani: molto veloce dal secondo nastro, il cavallo di Giorgio Carini si ritrovava al comando sull’incertezza della rivale, teneva a bada il pressing esterno di Apocalypto e in retta, con un pragmatico Santo Mollo in sediolo, si limitava a controllare mettendo nel sacco i rivali a media di 1.13.8 sui 1670 metri. Apocalypto precedeva per il secondo posto una Amerique Clemar rimasta senza spazio all’interno, così come senza possibilità di sprintare terminava al quarto posto America Ek. Stimato ma finora estremamente falloso, Capitan Harlock ha finalmente svelato il suo potenziale nel Premio Sj’s Image, la prova sui 1650 metri per soggetti di tre anni. Lo stop di oltre tre mesi è servito a Mauro Baroncini per trovare i giusti correttivi e presentare il suo allievo in un assetto ottimale: Capitan Harlock è partito forte puntando subito in avanti, è passato dopo 400 metri sull’errore di Calibano Ferm e ha proseguito a tutto gas (600 in 42.5, km in 1.14 e spiccioli) conservando sin sul traguardo un largo margine e svettando a media di 1.14.2. Colibri Jet ha provato a colmare il gap sul rivale ma nei metri finali ha pagato lo sforzo ed è stato rimontato da Charleston Bar per il secondo posto.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password