Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/11/2019 alle ore 20:44

Ippica & equitazione

11/11/2019 | 08:32

Ippica, all'Ippodromo Snai San Siro chiusura con 7.000 presenze. Universo Sprite si aggiudica il Premio San Siro

facebook twitter google pinterest
Ippica Ippodromo Snai San Siro

ROMA - – All’Ippodromo Snai San Siro e’ andato in scena l’ultimo convegno del 2019 per il galoppo milanese con ben 7.000 presenze grazie anche alle attività d’intrattenimento destinato al pubblico. In pista la prova piu’ ricca del pomeriggio e’ stata il Premio San Siro, un handicap sui 3000 metri in pista grande per cavalli di 3 anni e oltre: a Universo Sprite e’ bastato tornare in un contesto possibile (aveva tentato in HP e HL nelle ultime due uscite) per ritrovare la via della vittoria, facendosi un baffo del top weight: con Claudio Colombi in sella, l’allievo e portacolori del Team Gonnelli in retta ha ingranato marcia superiore e ha volato via i rivali che lo precedevano per spaziare nei 300 finali. Riana ha pedinato dal via Fil Fede Xam provando il contropiede ai 500 finali, ma poco ha potuto opporre sulla progressione del vincitore. Per il terzo posto Tommy Tony ha preceduto Fil Fede Xam, rimasto sul passo a meta’ retta dopo avere condotto dal via. Per il vincitore quarta vittoria nelle ultime sei uscite. Hanno aperto la 67^ giornata i cavalieri e le amazzoni impegnati nel Premio Aldo Podesta’, un handicap per cavalli di 3 anni e oltre sui 1600 metri in pista media. Bel successo di Carriage Trade, con in sella Davide Terzuolo: l’allievo di Simone Pugnotti ha guadagnando posizioni curvando all’interno e avvicinando Angel Spring, con la quale si e’ staccato in lotta nei 400 finali per spuntarla di misura sul palo al termine di un appassionante testa a testa. Non e’ stato un week-end fortunato per Antonio Ferramosca, che ha dovuto incassare un’altra sconfitta di misura dopo quella rimediata sabato. Terzo posto per Bianco e Nero, mentre piu’ indietro Mikamine e Vino Rosso si sono disputati il quarto posto. Ritorno al successo per il grigio Stealth Mode nel Premio Oglio, l’handicap sui 1200 metri in pista dritta per cavalli di 3 anni e oltre: veloce, subito in prima linea a centro pista, il cavallo di Cristiano Fais con in sella Nicola Pinna e’ passato in vantaggio ai 500 finali, ha allungato appena Bull Fighter si e’ avvicinato e ha retto bene sino in fondo, lasciando in lotta per il secondo posto Bull Fighter e Blury, giunti cosi’ nell’ordine. Unica prova per i giovanissimi e’ stato il Premio Montenapoleone, handicap sui 1000 metri in pista dritta. Il ritorno in dirittura ci ha riconsegnato un Kiwyf di nuovo su validi standard dopo la prova non troppo brillante in pista circolare di sette giorni fa: il castrone del team Vitabile (Luciano al training e Stefano alla proprietà) e montato da Antonio Domenico Migheli e’ partito veloce, si e’ sbarazzato di Graynaice e ha allungato nei 300 finali tenendo in rispetto il tentativo di rincorsa di Fedez, costretto ad adeguarsi al secondo posto. Ottima terza Lady Bardiggiana, in difficoltà nella prima frazione veloce e poi autrice di bel recupero. Alla decima uscita, e’ arrivato il primo successo in carriera per Joenna nel Premio Inveruno, l’handicap per soli 3 anni sui 1800 metri in pista media: la cavalla del Team Gonnelli (al raddoppio nel pomeriggio) montata da Mariolino Sanna ha sfruttato a dovere il pesino per inscenare un perfetto coast to coast, guidando decisa dal via e ripartendo in retta appena si e’ profilata la minaccia di Sir Panino, costretto cosi’ ad adeguarsi al secondo posto. No Boarding ha pedinato la battistrada dal via ma ha perso qualche battuta nell’ultimo furlong restando al terzo posto: molto più indietro Dunque ha rimontato Thunderstorm per il quarto posto.
Ha calato il sipario sulla stagione il Premio Cornaredo, handicap sui 1800 metri in pista media per cavalli di 3 anni e oltre, con la prestazione sopra le righe di Notturno Ligure: con Nicola Pinna (al raddoppio) in sella, il cavallo di Marinella Arienti e’ andato davanti senza fare prigionieri, ha allungato ulteriormente in retta imponendosi di dodici lunghezze su Abareto, che ha provato un improbabile recupero prima di rassegnarsi alla piazza d’onore. Al terzo posto Olaya de L’Alguer su Daritai. All’Ippodromo Snai San Siro si torna a correre e alle attivita’ programmate da Snaitech nel 2020, ovvero nell’anno del centenario dell’impianto del galoppo milanese. Appuntamento fissato a meta’ marzo con la festa di apertura della 133^ stagione.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Ippica Ippodromo Snai La Maura

Ippica, all'Ippodromo Snai La Maura Zaffiro Jet non perdona

13/11/2019 | 08:40 ROMA - All’Ippodromo SNAI La Maura il primo dei tre appuntamenti di questa settimana con il trotto milanese. Pietro Gubellini ha aperto e chiuso il pomeriggio firmando un bel doppio: particolarmente probante il successo...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password