Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/10/2021 alle ore 19:03

Ippica & equitazione

30/08/2021 | 17:18

Ippica, da mercoledì 1° settembre in pista all'Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano per la sessione autunno-inverno 2021

facebook twitter pinterest
Ippica Ippodromo Snai San Siro Galoppo Milano

ROMA - All’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano si torna a correre dopo la pausa estiva. La sessione autunno-inverno, che partirà questo mercoledì 1° settembre dalle ore 15:15 con ingresso gratuito per il pubblico con obbligo di Green Pass e per un massimo di 1000 visitatori contingentati, durerà fino al 14 novembre. Ma vediamo nel dettaglio prova per prova di questo nuovo appuntamento valido come 41^ giornata.

PRIMA CORSA – PREMIO DEAUVILLE

Apertura della sessione autunnale con la prima delle due reclamare per i 2 anni, quella sulla distanza minima. Subito una prova incerta, dove si guarda a quelli che scendono di categoria, Luke Skywalker e GRIFFE DE CHAT, che devono rendere i chili ma che si sono fatti onore in contesti di una certa rilevanza, soprattutto il secondo citato, che gradirà il ritorno sulla velocità. Diavola, Fornarinah, Yellowstone Boy e Cosentina hanno già fatto bene a livelli simili e non manca loro nulla per accampare giustificate pretese di primo piano.  

SECONDA CORSA – PREMIO CORBETTA

Il primo dei due handicap del giorno è quello sul miglio di pista circolare di discreta categoria per i 3 anni ed otre. Criminal Grey si ripresenta da una vittoria in un gruppo ancora più agguerrito di questo e si deve rispettare, esattamente come Katsmutoto, il vincitore del San Siro Mile che torna ad affrontare avversari più alla sua portata, ma ancor più di loro ITS A GOOD DEAL, rivista in grande spolvero in estate e capace di tenere la penalità al peso se continua a mantenersi con la forma in progresso. Cima Devil è un altro che arriva bello pimpante, senza dimenticare Raysmarina e l’eroico Prato Mariante.

TERZA CORSA – PREMIO DEI VELOCISTI

Si arriva al clou della giornata, con la tradizionale condizionata di rientro per i velocisti top di 3 anni ed oltre sui 1.200 metri. A questo punto non si può prescindere da MITRANDIR, letteralmente e clamorosamente esploso la scorsa primavera, con lo splendido sigillo della piazza d’onore del Bersaglio a perfetto coronamento. Avrà pane per i suoi denti, con il giovane Sopran Vesuvio che torna su pista e distanza più congeniali e con la super affascinante presenza di Cima Emergency in versione flyer. I primi due del Santiago Soto Sprint provano giustamente ad alzare un po’ il tiro. 

QUARTA CORSA – PREMIO PORTA TOSA

Il livello rimane elevato con questa condizionata di fascia medio-alta sui 1.800 metri di pista circolare. Non mancano certo dei pretendenti qui, con l’ospite SEAN da collocarsi quasi obbligatoriamente in pole position alla luce della sua solidissima regolarità. Angel Thunder e Trita Sass non si faranno di certo pregare per farsi sotto, anzi, e lo stesso Bierdemann sarà uno con cui si dovranno far i conti, sia pur su distanza limite. Gerardino Jet rientra ma i suoi mezzi non si discutono, mentre Azzurro Cobalto in teoria sarebbe declassato ma bisognerà vedere la sua effettiva condizione. Occhio anche al giovane Dark Foundation, che debutta con i nuovi colori.

QUINTA CORSA – PREMIO NEWMARKET

Torna la generazione più giovane, con la seconda reclamare del pomeriggio, quella sui 1.500 metri di pista circolare. Le soluzioni non mancano, ma LADY TIGER è quella dalle credenziali migliori, visto che, oltre a scendere di categoria, ha già una certa esperienza e un buona regolarità di prestazioni. Damnatio Memoriae, Iskandal, Myfair, Sorbona si sono già tutti messi bene in luce in corse analoghe e vanno certamente considerati, anche come alternativa ancor più pericolosa si può menzionare Brando’s Power, che si è espressa in progresso alla seconda uscita dopo un esordio promettente. La stessa Lamialady non va dimenticata.  

SESTA CORSA – PREMIO OGLIO

La prima giornata post pausa estiva all’Ippodromo Snai San Siro di Milano si chiude con un handicap per i velocisti di 3 anni ed oltre sui 1.200 metri di buona categoria. Altra corsa incerta e spettacolare, dove intriga parecchio CHILL GIOFFRY, reduce da una primavera super, con tre vittorie nelle ultime quattro, tra cui il colpo del San Siro Sprint, e magari ancora capace di un ulteriore progresso. Allocco e Danny Ocean avrebbero preferito un furlong in più, ma sono tosti e pericolosi, e la stessa valutazione si può fare per Diamond Dougal, che sta trovando la sua dimensione, ed Enigma Code, che ha un conto aperto con la buona sorte. Air Confort e Zaltron sono altri due perfettamente in grado di chiudere i conti.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password