Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2021 alle ore 20:42

Ippica & equitazione

04/06/2021 | 13:45

Ippica, all’Ippodromo Snai San Siro le corse del sabato che fanno da vigilia alle Oaks d’Italia

facebook twitter pinterest
Ippica Ippodromo Snai San Siro Oaks dItalia

ROMA - All’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano appuntamento con le corse del sabato che fa da vigilia alle Oaks d’Italia in programma il giorno dopo. Sono sei le prove in pista a partire dalle ore 14:40, con particolare attenzione al Premio San Giorgio, clou della giornata.

PRIMA CORSA – PREMIO STEFANIA E GIORGIO SOMMARIVA

Apertura di riunione con un handicap per le amazzoni i cavalieri sul doppio chilometro di pista circolare intitolato a Stefania e Giorgio Sommariva. Il campo ristrettissimo potrebbe metterla sul tattico, situazione sempre pericolosa, ma al netto di questa ipotesi, pare logico affidarsi ad EVIL WEAPON, che ci sta girando attorno da un pezzo e non ha nessuna controindicazione che lo accompagna. Solfeggio è sempre lì anche lei e si giocherà le sue e chissà che Zar Dei Grif non possa aver trovato un po’ di condizione dopo un paio di corse di rodaggio.

SECONDA CORSA – PREMIO MENAGGIO

La prima delle due reclamare del giorno è quella per i puledri di 2 anni sui 1.200 metri. HOLY LANDS è il nome che balza subito all’occhio dal momento che si declassa, dopo il secondo posto del Lampugnano e la positiva prestazione seguente in maiden. La stessa Casing Song si è ben comportata al debutto ad un simile livello e potrà contare su un importante vantaggio al peso, mentre Yamka è un’altra che abbassa il tiro dopo un esordio in cui non ha verosimilmente mostrato il suo reale valore. 

TERZA CORSA – PREMIO BURAGO

Di carattere totalmente diverso la seconda reclamare, quella sui 1.800 metri di pista circolare per i 3 anni. C’è di tutto e di più in questa compagnia, dove sulla forma certificata MONTE DELLA SFIDA può essere il nome giusto nonostante i chili che deve rendere. Regina Di Cuori e Katadawn sono altre due candidate di prim’ordine, così come Catch The Glory già comprovata in situazioni analoghe. Ci sono poi Giulio Cesare che in linea teorica si declassa parecchio e l’inedita Toronado Shadow, che nasce molto bene   pur debuttando in questa categoria.

QUARTA CORSA – PREMIO SAN GIORGIO

Restano in azione i 3 anni per la corsa clou del pomeriggio, il San Giorgio, tradizionale condizionata per i velocisti sui 1.200 metri in vista del Bersaglio. Rimanendo strettamente sui valori che emergono dalla carta bisognerebbe dire Live On Stage, che nel Premio dei Laghi ha battuto I AM MAGNETIC con lo stesso divario dei chili, ma quest’ultimo è cresciuto molto in seguito battendo addirittura il successivo vincitore del Tudini, una linea che gli porta in dote la nomination. Captain Magnum, Voglio e Centuron non sono troppo lontani, ma sono più suggestivi Doctor Strange, che torna sulla velocità, e Sopran Vesuvio, che si rivede dalla piazza d’onore del Criterium Nazionale. 

QUINTA CORSA – PREMIO VARAITA

Prima del gran finale trova spazio questo handicap di categoria ordinaria sui 1.400 metri della pista circolare per i 3 anni ed oltre. La forma generale e la categoria non consentono soluzioni a prova di bomba, e in questo scenario non diventa così brutto il periodo di inattività di THOUSAND GRANDS, che se fosse in una forma quantomeno sufficiente, avrebbe una chance molto importante contro i rivali odierni. Tra questi Sharkattack e Aspromonte sono i più insidiosi, con il giovane Borgatella immediatamente a ridosso. 

SESTA CORSA – PREMIO MAIRA

Tornano i velocisti di 3 anni a chiudere il sabato di corse all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano, con un handicap di buonissima categoria sui 1.200 metri che vale come Quinté. Ad onta del campo folto e pieno zeppo di possibili veleni pronti ad esplodere, i due in alto della scala dei pesi riescono a spiccare con un certo fascino sul resto del gruppo, soprattutto ARISTARCO, che non ha sbagliato nulla finora e punta alla hat-trick dopo due vittorie in progresso. You Make Me Shiver dal canto suo ha già dimostrato che a questi tavoli si può sedere da protagonista e stuzzica molto in versione flyer, e vicino a questa coppia si posizione Killachy Dream che esordisce in perizia con forma in crescendo. Mister B, Permetti ed Etoile Di Vallarsa completano un potenziale lotto. 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password