Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 02/12/2022 alle ore 20:35

Ippica & equitazione

26/09/2022 | 17:15

Ippica, l'appuntamento di mercoledì all’Ippodromo Snai San Siro è con il Premio Ceserio

facebook twitter pinterest
Ippica Ippodromo Snai San Siro Premio Ceserio

ROMA - All’Ippodromo Snai San Siro di galoppo a Milano l’appuntamento del mercoledì con le corse è a partire dalle ore 14:45. Sono sei le prove della riunione con particolare interesse per il Premio Ceserio- Trofeo Swati Ghosh per le femmine debuttanti di 2 anni sul miglio allungato di pista media. Come sempre in questi casi bisognerà trarre il maggior numero di informazioni possibili, innanzitutto da un attento esame al tondino, dato che non mancano dei pedigree affascinanti, come ad esempio quella di Sopran Modigliana, una Acclamation che nasce molto bene con provenienza ineccepibile. Positive Emotion sarà un’altra tra le più gettonate, con la stessa Satal che non manca a sua volta di un certo appeal. Per le altre prove andiamo nel dettaglio della 48^ giornata stagionale di galoppo a Milano. Si parte con in pista le amazzoni e i cavalieri impegnati in un handicap sul miglio per il Premio Amedeo Tanzi. La forma generale è molto valida, soprattutto pensando a Cima Sound, che non sta sbagliando nulla nel periodo con la consueta regolarità e che sembra pronto per tornare al successo. Sorry Too Late ha forma simile e ha comunque le possibilità per prendersi la rivincita su di lui sul recente scontro diretto, e se Immense Dream è un altro che sta vivendo un buon periodo, non bisognerà sottovalutare Pancake e Brazen Air se dovessero ritrovare i loro motivi migliori. Come seconda uscita il Premio Triuggio, una reclamare sulla distanza intermedia dei 1.800 metri per i 3 anni ed oltre. Campo partenti di livello superiore alla media, e scelta per niente semplice, anche se Doesn't Make Sense resta una base piuttosto solida, avendo già risolto una contesa analoga in primavera e avendo appena corso bene in una prova non semplice. Sopran Everest è gravato al peso dopo la sua estate stratosferica, lasciando a Pinky Guy e Mystic Knight il ruolo di avversari più pericolosi. Anche Alshalaal non è tagliato fuori con il vantaggio di chili. Il Trofeo Bettini, per il Premio Linate, vede entrare in azione i 3 anni, che possono contare su un handicap di discreto livello sui 1.800 metri. Tasso di competitività certamente elevato ed adeguato, con una leggerissima preferenza orientata verso Sopran Nigella, sempre molto generosa, non fortunatissima nella sua ultima apparizione ed ora in una compagnia un filo meno ostica. I cattivi spunteranno da tutte le parti, con Kraram che è un’altra con forma top, con Skatingonice che oltre alla sua di forma ha anche quella ottima di scuderia a supporto, con My Lovely Marty che ha appena vinto bene e con She Is So Cold che ci sta girando attorno. Dopo il Ceserio, un’ultima parte del pomeriggio di corse occupata da un paio di handicap di categoria ordinaria per i 3 anni ed oltre molto combattuti. Il primo è il Premio Vermezzo – Trofeo Mariana De Mendonca, sul doppio chilometro. Gira e rigira può essere la volta buona per Secret Mountain, che non è propriamente un modello di incisività pur correndo quasi sempre bene, ma che avrà verosimilmente lo schema tirato che predilige. Ovviamente non mancano le alternative, anzi, con Careser che le capeggia, avendo a sua volta tutte le cose al posto giusto per puntare al bottino pieno. Creek Island, La Grande Assente e The Blue Signal sono altri due nomi caldi, e attenzione anche a Shurut, che ha corso meglio di quanto non sembri l’ultima volta e che prova ad allungare la distanza. La seconda corsa ad handicap, che chiude il mercoledì di corse all'Ippodromo Snai San Siro di Milano, è il Premio Gaggiano – Trofeo Marcella Bianciardi, accorciato sul miglio di pista media. Non si fa fatica neppure qui a trovare gente valida e combattiva, come Najmuddin ad esempio, top weight non a caso visto che abbassa il tiro non poco ora e che pare maturo per ritrovare la vittoria. Trevithick è un altro che si declassa molto, ma la forma è lacunosa, tutto al contrario di Gagliardo e di Graziotto che invece sono belli tonici nel periodo. A questi si aggiungono anche Polastri, non facilissima da far vincere, ma capace di tutto se la prende nel modo giusto, e Its A Good Deal che ha le sue belle chance.

RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password