Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/06/2021 alle ore 20:40

Ippica & equitazione

31/05/2021 | 08:30

Ippica, all'Ippodromo Snai Sesana Carlos Op domina il premio Eliano

facebook twitter pinterest
Ippica Ippodromo Snai Sesana Carlos Op premio Eliano

ROMA - All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme 5a giornata stagionale di corse con un sabato pomeriggio che ha visto il clou del programma nel Premio Eliano, un handicap sul doppio km per cavalli di 3 anni divisi su due nastri. Dominatore assoluto della prova è stato Carlos Op, portacolori della signora Rita Dorotea Cortina che ha così replicato brillantemente la vittoria ottenuta sempre tra i nastri a Modena. Sempre con Cesare Ferranti in sediolo, il cavallo di Lucio Colletti è partito bene dal secondo nastro, dopo aver provato a chiedere strada a Cicerone Op si è accodato in scia al rivale ma è tornato alla carica sulla penultima curva, passando già al mezzo giro finale e staccandosi a media di 1.16.1 sui 2060 metri, dimostrando di parlare un’altra lingua rispetto ai rivali di giornata. Sull’errore sull’ultima curva di Cicerone Op, un diligente Cristofaro San ha fatto sua la piazza d’onore davanti a Cobalto di No: al via aveva sbagliato Cinzia. Due le prove del pomeriggio riservate ai gentlemen. Il Premio Eruco - Coppa Toscana Trofeo Per Dynamo Camp vedeva a confronto cavalli di 5 e 6 anni sulla distanza del miglio: con Lorenzo Pantarotto nella triplice veste di driver-proprietario-allenatore, Aaron del Ronco ha sciorinato una prestazione maiuscola girando all’esterno di Zemon Cc SM e superando il rivale già all’imbocco della curva finale: il figlio di Iulius del Ronco ha poi proseguito sicuro e indisturbato verso il traguardo, tagliato a media di 1.14.7, mentre Zemon Cc Sm ha difeso il secondo posto da Amsik Rg. Poco spirito… decoubertiano nel Premio Etrerillos, l’handicap valido come prova del Campionato Italiano Gentlemen, che ha visto la lotta senza quartiere tra Zarina D’Amore, al comando con Sandro Gori, e Really Dl con Daniele Orsini nelle vesti di attaccante: i due se le sono date praticamente per tutto il percorso dando vita ad un primo km sostenutissimo per la categoria (sul piede dell’1.15) ma chiaramente offrendosi allo spunto degli attendisti. Anouk Grad, quarto dal via, ha aggirato i duellanti al mezzo giro finale e ha provato l’allungo decisivo, Zalshan As ne ha seguito le mosse faticando sull’ultima curva ma riorganizzandosi in retta: proprio in zona traguardo il cavallo di Massimo Barbini è piombato sul rivale per “giustiziarlo” a media di 1.16.1, per un arrivo tutto tra amazzoni tra Rebecca Dami in sulky al vincitore e Monica Gradi in regia al portacolori di famiglia. Più indietro Really Dl ha vinto la lotta personale con Zarina D’Amore svettando ancora al terzo posto. Tutto facile per la favorita Charlotte Grif nel Premio Ebsero Mo, la prova sul miglio per sole femmine di tre anni: sfilata senza spesa completando un km in 1.17.6, la cavalla del team Lovera (Luca alla guida e papà Marino al training) ha allungato sul penultimo rettilineo e ha proseguito sicura sino al traguardo, tagliato a media di 1.16.3. All’esterno dal via, Calendula non è mai riuscita ad avvicinare la battistrada nonostante il ritmo blando ma sul penultimo rettilineo ha reagito all’avanzata in terza ruota di Celeste Gar e ha chiuso seconda mentre Chimeragal è terminata al terzo su Celeste Gar, che ha esaurito lo spunto sull’ultima curva. In errore sull’ultima curva Cassiopea Vp, quando sembrava poter lottare per un piazzamento.
Nel pomeriggio va registrato il bel doppio realizzato da Enrico Bellei. Nel Premio Eskipazar, la prova sul miglio per cavalli di 4 anni, in uno spettacolare arrivo a quattro, mister “10.000 vittorie” con un ultimo colpo di reni è riuscito a spuntarla con Baciodidama Font, scattato a largo di tutti in retta dalla scia di Bluff dei Greppi e prevalente sul filo di lana sulla compagna di colori Brigitte Roc, invece lanciata lungo la preferenziale dopo aver seguito dal via la battistrada Bijoux Bi: quest’ultima ha salvato il terzo posto dall’attaccante Bluff dei Greppi, tutti e quattro praticamente su una linea e accomunati dalla medesima media cronometrica, 1.14.2. Invece senza alcun patema il successo ottenuto dal “figlio del vento” con Bjorn Op nel Premio Ettang: lancio perfetto per conquistare di pacca il comando, primo km soporifero in 1.20 e frazioni e poi allungo nei 600 finali, ma soltanto lo stretto indispensabile per tenere a distanza di sicurezza i rivali e chiudere la partita a media di 1.18.2. Un positivo Briton Caf, all’esterno dal via, si è guardato bene dallo “stuzzicare” il vincitore ma la tattica gli ha fruttato un buon secondo posto ottenuto sull’appostata Bahia dei Greppi. Il favorito Budduso Lipp si era invece eliminato al via. Il pomeriggio si è concluso con un altro arrivo in fotofinish. Nel Premio Ebel Dechiari, la prova per cavalli di cat. D/, a spuntarla è stato Verduzzo Mdm, con Marco Volpato, che ha mosso da fondo gruppo ai 600 finali portandosi sul battistrada Striker, si è ritrovato in leggero vantaggio in curva sull’errore improvviso del rivale senza però riuscire a completare il sorpasso e in retta ha “rischiato” di essere rimontato da Tatanka Op all’interno: sul palo l’allievo di Michela Racca ha salvato un minimo vantaggio vincendo a media di 1.14.5. Tatanka Op si è dovuta accontentare dell’ennesimo piazzamento, mentre più indietro Noodles Bieffe ha beneficiato del distanziamento di Ultraledy Grad (rea di aver percorso tratto di pista con la ruota sinistra all’interno dei paletti) chiudendo al terzo posto.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password