Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/09/2017 alle ore 20:43

Ippica & equitazione

12/05/2017 | 19:39

Ippica: a La Maura Tornado Spritz vince ma con difficoltà

facebook twitter google pinterest
Ippica La Maura Tornado Spritz

ROMA - Tre anni a caccia della prima vittoria in carriera nella prova di apertura del convegno di venerdì a La Maura. Per la stimata favorita Violet Effe, un'erede di Ready Cash, l'appuntamento con il successo è ulteriormente rimandato: pur senza sbagliare, la cavalla allenata e guidata da Alex Gocciadoro ha trovato sulla sua strada un coriaceo Vaomar, che dopo essere sfilato senza spesa al comando, ha resistito coraggiosamente all'attacco della rivale sul penultimo rettilineo, è riuscito a rientrare con il favore della curva e in retta si è svincolato. Il cavallo di Matteo Restelli, affidato nell'occasione ad Andrea Guzinati, era reduce da cinque piazze d'onore di fila. Terzo posto a intervallo per una deludente Vesper Ferm.
Buoni 4 anni a confronto sui 1650 metri nel Premio Bedell. Esente da errori, Uptown Kronos ha confermato di possedere ottimo motore risolvendo di prepotenza una corsa a parziali invertiti caratterizzata dalla fuga in avanti della alleata Union Perfect (km iniziale in 1.12.1): il gran ritmo ha tagliato le gambe alla battistrada ma anche a Ula Pal Ferm che si è incaricata di guidare il gruppo degli inseguitori e che una volta passata in retta, poco ha avuto da opporre alla progressione di Uptown Kronos, perdendo anche il secondo posto ad opera di Ulisse Degli Dei. Ulrike del Ronco, terza dal via, si è estromessa dopo 700 metri.
Nel Premio Donerail ha dato conferma delle sue qualità l'ottimo Valentino: il cavallo di Maurizio Milani, affidato come di consueto ad Andrea Guzzinati, era il netto favorito della prova ma è stato
costretto ad una spesa notevole nella fase iniziale per superare l'opposizione di Vlad del Ronco. Valentino è così arrivato al paletto dei primi 600 metri in 41 e ha potuto rifiatare solo in parte perché subito si è profilata al suo esterno la sagoma di Vallecchia Dr, ma il portacolori del signor Pinzauti non si è scomposto e ha controllato sino in fondo le mosse dei rivali, badando più che altro a non lasciare spazio a Vlad del Ronco: quest'ultimo ha a sua volta corso molto bene e, nonostante lo strappo iniziale, è riuscito a contenere Vicki Laksmy per il secondo posto.
Successo da netto favorito per Tornado Spritz nella prova per cavalli di cat. E: il successo però l'allievo di Walter Zanetti guidato da Manuel Pistone se lo è dovuto sudare, perché in testa Tuono di Venere ha venduto cara la pelle. Tornado Sprintz ha usufruito della scia preziosa di Tango Quick per risalire all'esterno, ha spostato ai 350 finali in terza ruota e in zona traguardo ha avuto ragione del coriaceo battistrada. Terzo posto per Rosella Valch, liberatasi solo al termine della curva finale e autrice di buon finale a centro pista.
Soggetti di cat. G a confronto sui 1650 metri nel Premio Gramola con Ramon del Rio e Totano Jet (il più giocato) a dividersi i favori del pronostico. In pista il match non c'è stato, o meglio il portacolori della Wave, allenato da Eric Bondo e guidato da Pippo Gubellini l'ha vinto per k.o. tecnico, sciorinando la miglior performance della carriera con un limpido percorso d'avanguardia trottato al nuovo personale di 1.12.8 e con i rivali seminati per la pista. Ramon del Rio probabilmente non era nella miglior giornata, dalla terza posizione ha provato a spostare a metà gara ma non ha guadagnato un metro e in retta è stato ingoiato dal gruppo dal quale è emersa Pepevita che in retta ha fatto suo il secondo posto cogliendo in crisi Something, che aveva seguito il vincitore dal via.
Femmine di 4 anni protagoniste nella prova tecnicamente più interessante del pomeriggio a La Maura. Velenosissima quando può correre al traino e piazzare lo speed breve ma efficacissimo di cui è dotata, Uriel ha messo il sigillo sulla prova riscattando un paio di prove non troppo fortunate: la cavalla di Marco Smorgon, guidata da Edoardo Loccisano, ha pedinato come un'ombra Ursula Horse, che con percorso esterno aveva messo ko già sulla curva finale la battistrada Undisclosed, e l'ha fulminata in volata. Ugolinast, dopo aver rinunciato al lancio, si è resa protagonista di una bella retta finale venendo a fare il terzo posto.
Chiusura con una prova ad inseguimento per anziani di cat. D/F affidati ai gentlemen: ben messa al primo nastro, la favorita Sheyla Ek ha pure usufruito di schema ideale, in seconda posizione dietro alla scatenata Tosca Joy che con un km iniziale in 1.13.0 ha impedito qualsiasi risalita esterna da parte del gruppo. La battistrada ha chiaramente accusato la fatica in retta e così la cavalla di Cristian Rizzo, guidata da Filippo Monti, è passata d'inerzia cogliendo un successo facile facile. Al terzo posto Nerone D'Asolo, come da posizioni acquisite al via.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password