Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 04/08/2021 alle ore 21:01

Ippica & equitazione

01/07/2021 | 11:40

Ippica, Milano Jumping Cup: dieci bandiere in campo. L'Italia con grandi firme e giovani promesse

facebook twitter pinterest
Ippica Milano Jumping Cup: dieci bandiere in campo. L'Italia con grandi firme e giovani promesse

ROMA - Sono nove le bandiere di paesi esteri rappresentate nella prima edizione della Milano San Siro Jumping Cup. Per l’edizione inaugurale del concorso meneghino da fuori confine hanno infatti confermato la presenza in campo cavalieri e amazzoni di Argentina, Belgio, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Principato di Monaco, Russia e Svizzera. Quest’ultima è la nazione che si presenta con il biglietto da visita molto interessante con Clarissa Crotta, Werner Muff - entrambi ai Giochi Olimpici 2012 di Londra (come titolare lui e riserva lei) e Niklaus Rutschi, cavaliere che nella stagione 2019 - l’ultima se si considera lo stop per la pandemia dello scorso anno - è stato punto di riferimento del team rosso-crociato sia negli Europei di Rotterdam che nella finale della Longines Nations Cup di Barcellona.

Anche la Germania può fare affidamento su un cavaliere che non ha bisogno di presentazioni: Toni Hassmann, che tra i suoi successi vanta, oltre che tre affermazioni nel prestigioso Derby di Amburgo, la vittoria in una delle prime tappe della FEI World Cup di Fieracavalli Verona (2004).  La decima bandiera della rosa di Milano San Siro Jumping Cup 2021 è ovviamente quella dell’Italia. Tra le iscrizioni arrivate si mette in bella evidenza la crema dei cavalieri che maggiormente hanno avuto un ruolo nella storia dell’equitazione italiana nel trentennio 1990/2010. Un vero proprio poker di assi, ancora saldamente ai vertici delle classifiche: Roberto Arioldi, Arnaldo Bologni, Gianni Govoni e Filippo Moyersoen.

In rappresentanza della prima squadra azzurra del momento, e in campo a Milano in modalità ‘avvicinamento’ ai Campionati d’Europa di Reisenbeck (fine agosto), ci saranno Luca Marziani (nella foto © FISE/Massimo Argenziano), riconfermatosi campione italiano nell’anno in corso e componente del team Italia nella Coppa dello CSIO di Roma- Piazza di Siena, e Paolo Paini. Quest'ultimo, dopo aver partecipato anche lui all’ultima edizione al concorso romano, ha fatto recentemente parte della squadra vincitrice la Coppa delle Nazioni di Bulgaria (Bojourishte). In una prima panoramica sul team Italia in campo non si può non segnalare inoltre la presenza di Bruno Chimirri, il cavaliere che gli azzurri considerano ‘il capitano’, che questa volta avrà peraltro tra i suoi avversari anche la figlia Elisa, una delle più promettenti amazzoni italiane, solo da poche settimane maggiorenne.

Foto: Luca Marziani e Lightning © FISE/Massimo Argenziano

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password