Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/10/2020 alle ore 19:01

Ippica & equitazione

24/09/2020 | 11:15

Ippica, Mipaaf pubblica decreto sui criteri per le sovvenzioni alle società di corse

facebook twitter google pinterest
Ippica Mipaaf decreto criteri sovvenzioni società corse

ROMA - Il ministero delle Politiche agricole ha pubblicato il decreto relativo all'applicazione dei criteri per la determinazione e l’erogazione delle sovvenzioni spettanti alle società di corse. Il rapporto tra il Ministero e le società di corse riconosciute «è disciplinato con la sottoscrizione di un accordo sostitutivo», che ha come oggetto «la definizione dei rapporti contrattuali per la gestione e il miglioramento degli impianti degli ippodromi, per i servizi relativi alla organizzazione delle corse e per l’attività di ripresa delle immagini televisive inerenti alle medesime corse».
Le risorse finanziarie sono ripartite alle società di corse per gli impianti (importo commisurato al 75% delle risorse complessive, con una percentuale di tolleranza pari al +/-2%, Iva compresa), per l'organizzazione delle corse (importo commisurato al 13% delle risorse complessive, con una percentuale di tolleranza pari al +/-2%, Iva compresa) e per le riprese televisive (importo commisurato al 12% delle risorse complessive, con una percentuale di tolleranza pari al +/-2%, Iva compresa). La ripartizione delle risorse disponibili per ciascun esercizio finanziario è suddivisa tra disciplina del trotto (importo commisurato al 60% delle risorse complessive, con una percentuale di tolleranza pari al +/-5%, Iva compresa) e del galoppo piano ed ostacoli (importo commisurato al 40% delle risorse complessive, con una percentuale di tolleranza pari al +/-5%, Iva compresa).
A partire dal 2021, «ciascuna società dovrà programmare e realizzare interventi, con investimenti materiali ed immateriali, volti al miglioramento degli impianti dell’ippodromo ovvero all’ammodernamento e all’adeguamento delle strutture dell’ippodromo per un importo non inferiore al 4% del valore della sovvenzione globale assegnata», ma «in ragione dei tempi di emanazione del decreto e delle condizioni emergenziali conseguenti al fenomeno epidemiologico COVID-19, per il 2020 la previsione potrà essere soddisfatta dalle società di corse con interventi di spesa non inferiore all’1% del valore della sovvenzione globale assegnata».
MSC/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password