Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/08/2019 alle ore 11:53

Ippica & equitazione

26/04/2019 | 09:02

Ippica, all’Ippodromo SNAI La Maura il Gran Premio Nazionale è di Alessandro Gocciadoro e Axl Rose

facebook twitter google pinterest
Ippica SNAI

MILANO - All’Ippodromo Snai La Maura di Milano convegno di corse del giovedì a tinte gialle e suggellato da un ottimo riscontro di pubblico con oltre 3500 presenze seppur infastidito da una pioggia intermittente. Il giallo abbagliante in pista e’ stato quello della giubba di Alessandro Gocciadoro che ha marchiato a ferro e fuoco il bellissimo Gran Premio Nazionale. Cinque successi su otto corse e una serie di record strepitosi a conferma che al momento il driver emiliano e il suo team sono i mattatori assoluti del trotto italiano. Non poteva mancare per la prova di Gruppo 1 sui 2250 metri il sigillo dell’atteso Axl Rose: il portacolori della signora Maria Alessandri ha dettato legge imponendosi a media di 1.12.3 sulla distanza, nuovo record per la pista della Maura per un cavallo di 3 anni e soprattutto performance di assoluto valore. L’impressione fornita in occasione della prova di preparazione e’ stata addirittura migliorata, e da quello che si e’ visto a Milano ci troviamo di fronte ad un fuoriclasse assoluto. Un sorprendente Al Capone Stecca, compagno di training del vincitore, e’ emerso al secondo posto su Aladin Effe, mentre Ayrton Treb dopo aver concesso strada al rivale e’ calato in fondo, chiudendo al sesto posto, dietro ad Ares Caf, altro allievo di Gocciadoro, e Antony Leone.
Le altre due prove principali del pomeriggio sono sfuggite al monopolio di Gocciadoro. Il Nazionale Filly 2019 ha laureato nel ruolo di reginetta l’ottima Audrey Effe: la portacolori della scuderia Gardesana, allenata da Walter Zanetti e con in sediolo un perfetto Andrea Farolfi si e’ imposta al termine di un percorso eccellente: presto al largo, a centro gruppo, Audrey Effe ha prodotto una progressione vigorosa sul penultimo rettilineo per raggiungere Atene Trebi’ che era sfilata al comando su Anastasia Trio passando nel finale a media di 1.13 e controllando il tentativo di rimonta di A Sexygirl Par con Alouette al terzo posto: l’attesa Andrea Grief si e’ estromessa sulla prima curva.
Nel Premio Ettore e Mario Barbetta finale a effetto di Showmar, con Andrea Guzzinati venuto a dominare nel finale un coraggioso Santiago de Leon, con Tornado del Vento al terzo posto. Nel Premio Giulia Grif Zaniah Bi ha vinto e soprattutto ha firmato il nuovo record della pista, uno strepitoso 1.10.5, dominando davanti ad una generosa Zanella e alla compagna di training Zealand As.
Nel Premio Viking Kronos e’ arrivata la prima vittoria in carriera per Afrodite Grif e il primo successo del pomeriggio per Alessandro Gocciadoro: la portacolori della scuderia Horses Our Passion ha regolato allo sprint il generoso Alvaro, che era andato all’esterno a demolire la battistrada Arabica ed e’ rimasto ancora secondo su Aleandro Zs, che ha concluso terzo a ridosso. Per la vincitrice media di 1.12.7, 1.12.8 e 1.12.9 le medie dei due valletti, tutti miglioratisi.
Il record lo ha fatto anche Visto del Nord (1.12.7) imponendosi nel Premio Ilaria Jet, la prova sui 1650 metri con i gentlemen in sediolo: qui la sorte ha dato una mano al cavallo guidato da Salvatore Madonia, che ha approfittato dell’errore di una generosa Vega Etoile a meta’ retta.
Strepitosa la vittoria di Tantalio nel Premio Giuseppe e Salvatore Matarazzo, la prova sui 1650 metri per cavalli di cat. B/C: il portacolori del signor Stefano Biondi si e’ migliorato progressivamente al largo nonostante davanti il battistrada Veleno D’Amore avesse percorso un primo chilometro supersonico in 1.11 secco, e in retta ha trovato le energie per passare e imporsi al personale di 1.11.5: una prestazione fuori dall’ordinario. Alle spalle del vincitore Voyager Grif e Veantur, a loro volta capaci di migliorarsi.
L’altro successo di giornata e’ arrivato con Visia Spin nel Premio Equinox Bi: la portacolori di Leonardo Vastano e’ sfilata in avanti su Versus All e con 600 finali ha tenuto a distanza di sicurezza il rivale, dietro il quale arrivato Viator Caf: anche qui pioggia di record: 1.11.3 per la vincitrice, 1.11.7 e 1.11.9 per il secondo e terzo classificato.

Copyright foto: FOTO DENA - SNAITECH
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password