Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/10/2022 alle ore 13:29

Ippica & equitazione

24/03/2022 | 14:42

Ippica, sabato appuntamento con la 4^ giornata e il premio 135^ stagione San Siro al galoppo

facebook twitter pinterest
Ippica sabato appuntamento con la 4^ giornata e il premio 135^ stagione San Siro al galoppo

L’Ippodromo Snai San Siro presenta il secondo fine settimana della stagione con un programma corse molto interessante. Al via dalle ore 14 (ingresso gratuito con obbligo di green pass), la giornata si snoda con sette prove tra cui ne spiccano ben quattro con il Premio 135^ stagione San Siro galoppo, il Premio Sirmione, il Premio Luino e il Premio RHO. Ma andiamo a vedere nel dettaglio ogni prova.

PRIMA CORSA – PREMIO IL CAVALLO E L’UOMO – GP BOTTANELLI

Il sabato di San Siro si apre con le amazzoni e i cavalieri, con un appuntamento classico, il Premio Il Cavallo E L’Uomo, sui 1.800 metri della pista circolare che vale anche come prima eliminatoria del circuito Bottanelli. Spicca subito il nome del lanciatissimo Val Vinkle che punta dritto alla hat-trick, ma la doppia penalità al peso che dovrà sopportare fa pendere la bilancia dalla parte di CURANDERO, che dal canto suo non ne sta sbagliando una neppure lui. Daoub è un altro che ha appena vinto in grande stile e pure i vari Time Sky, Polastri e il rientrante Sorry Too Late, possono dire la loro.

SECONDA CORSA – PREMIO BAITONE

Si resta in pista circolare ma si allunga sul miglio e mezzo per un handicap di categoria ordinaria per gli anziani. Piace GEOMETRIA, reduce da una vittoria dirompente, non a caso ottenuta non appena è tornato ad allungare sulla distanza più severa, dove ha spesso e volentieri ottenuto ottimi risultati. Da qui a dire che ha il bis in tasca ce ne vuole però, perché Secret Mountain sarà certamente venuta avanti dopo la prova di rodaggio, mentre Fight And Fight sta correndo in progresso e ha suggerito con forza di poter gradire un test di stamina più severo. 

TERZA CORSA – PREMIO BERNAREGGIO

Nella giornata c’è tanto spazio per i 3 anni e la prima corsa loro riservata è questo handicap sul miglio allungato della pista circolare di livello ordinario. Senza inventare niente si va con AL JOY, che ha di fronte a sé il classico treno da non perdere, a patto logicamente che si ripeta sullo standard delle due piazze d’onore su cui resta. Dovrà fare i conti soprattutto con Zaandam, che lo segue sia nella valutazione che nella scala dei pesi, ma qualche minaccia assortita potrebbe arrivare anche da Emerald Lake, già comprovato in categorie analoghe, e da Blue Spring, al debutto in handicap e da monitorare sul mercato.

QUARTA CORSA – PREMIO RHO

Il livello tecnico comincia a salire con quest’altro handicap per i giovani, sui 1.800 metri della pista circolare. Plouvien e La Mia Lady sono quelle accompagnate dalla forma migliore e non si discutono, ma il fatto che affrontino entrambe per la prima volta questa distanza induce a cercare una soluzione diversa, magari a quota più golosa, come ZIROL ad esempio, che ha appena riscattato un’apparizione un po’ sottotono con un validissimo quarto posto in un contesto non semplice: una prestazione che potrebbe bastare per vincere oggi se ripetuta. Da non trascurare neppure Amola e Skatingonice.

QUINTA CORSA – PREMIO 135^ STAGIONE SAN SIRO GALOPPO 

Ecco la prima della due condizionate top del giorno, quella riservata alle femmine anziane sul doppio chilometro di pista media. Carta alla mano non si può andare contro CIMA STAR, runner-up delle Oaks, non fortunata nel Malleret a Paris-Longchamp in estate e in seguito nel Lydia Tesio a Roma, ma soprattutto molto attesa con il passaggio di età, come promettono pedigree e fisico. Rose Secret ritorna sulla distanza più lunga e rappresenta un test tanto serio quanto velenoso, e lo stesso dicasi di Thunder Panther, già rientrata e con il vantaggio di chili dalla sua. Burattina invece prova giustamente ad alzare il tiro dopo un rientro da circoletto rosso.

SESTA CORSA – PREMIO SIRMIONE

La seconda condizionata prevista è quella per i 3 anni sui 1.800 metri di pista media. Corsa bellissima con fascino in quantità industriale, con ben cinque che arrivano da una vittoria, di cui tre al debutto e uno imbattuto in due uscite, QUE TEMPESTA, quasi obbligatoriamente meritevole di nomination, anche perché è stato senza dubbio uno dei 2 anni più in vista dello scorso anno. Quasi impossibile stabilire gerarchie tra Breughel, Lucrezio ed Italian King, i tre a segno all’esordio, mentre Cime Tempestose e Di Piu hanno già dato una buona impressione di sé, potendosi serenamente giocare le loro carte. Il tutto senza dimenticare Beautiful Black, il più esperto del lotto e già piazzato di listed.

SETTIMA CORSA – PREMIO LUINO

Ancora i 3 anni a chiudere il sabato pomeriggio all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano, con un handicap di buonissima categoria sui 1.400 metri in dirittura tutto da vedere. Non si fa certo fatica a trovare gente che piace qui, anzi, con una preferenza giocoforza sottile per GRIFFE DE CHAT, che si ripresenta dalla piazza d’onore del Castello Sforzesco ma con il training che ha dimostrato di avere i propri effettivi già ben intonati. Luke Skywalker ha una regolarità pazzesca e se tiene su questa distanza è un veleno terrificante, con gli stessi Havana Jam, Lucomago e Lorna tutti perfettamente in grado di risolvere la contesa. Non finisce qui perché anche Damnatio Memoriae e Lizzy The Best non partono affatto battuti. 

RED/Agipro

Foto Credits Dena-Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password