Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2022 alle ore 16:33

Ippica & equitazione

13/10/2022 | 14:14

Ippica, venerdì all'ippodromo Snai La Maura in pista con sette prove tra cui il premo Marcello Boldura

facebook twitter pinterest
Ippica venerdì all'ippodromo Snai La Maura in pista con sette prove tra cui il premo Marcello Boldura

ROMA - All'Ippodromo Snai La Maura trotto di Milano è di scena la 41^ giornata stagionale in programma venerdì 14 ottobre dalle ore 14:15 con sette corse anticipate dalle prove di qualifica dei 2 e 3 anni dalle ore 13:40, mentre quella pubblica è dopo la 5^. Nella riunione spiccano le due condizionate, una per il Premio Marcello Boldura e l'altra per il Premio Infinitif, come 2^ e 5^ corsa, rispettivamente per i cavalli di tre anni sulla distanza di 1650 metri, e quella per i cavalli di due anni sui 2250 metri. Ma andiamo all’ordine di riunione. Apertura con il Premio Not Disturb con gli anziani di categoria F alle prese sulla distanza dei 1650 metri. Uvella fez, Zalabar Men e Aesir Selva nominati in ordine di partenza hanno nella rapidità al via la loro prerogativa e come tali prediligono agire al comando il che può agevolare il compito di Dontpaytheferryman atteso all’ultima ma in errore e comunque di difficile valutazione. Jodit Doc a segno in meno di due minuti all’ultima e Aboli pericoloso in caso di corsa mossa completano un campo omogeneo. Ed ecco subito il Marcello Boldura, la condizionata per cavalli di tre anni non vincitori di 40.000 euro in carriera. Desiderio d’Esi ha sbagliato poco dopo il via nel Derby sulla sconta delle precedenti uscite e risultati è senza dubbio il capo gioco. Daino Toscano Key ha provato a cimentarsi nel circuito classico e nel contesto torna ad affrontare avversari possibili. Anche Dali Prav dopo il tentativo Oaks ritrova numero ideale per sfruttare rapidità e parziale. Dea Sprint Bar ed il passista Dingo possono inserirsi.

Alla terza il Premio Rebelle, un handicap sui 2700 metri in cui gli anziani di categoria E tenteranno di sfuggire con 40 metri di vantaggio agli inseguitori appartenenti alle categorie B e C mentre è andato deserto il nastro intermedio riservato ai cavalli di categoria D. Dopo diversi mesi si rivede in pista Brillant Ferm che se presentato in condizione avanzata dovrebbe recuperare la penalità e disporre dei rivali vista la sintonia con schema e distanza. La coppia Svizzera Vessillo As allo start e Rushmore Face al secondo nastro, è l’alternativa considerando che entrambi non hanno problemi di schema. Blumen Indal è la sorpresa. A metà riunione il Premio Bambina, prova per aspiranti allievi per questa reclamare a 8.000 euro per anziani. La forma di Bel Gnaro Lucy con cinque successi nelle ultime sei corse è eloquente e ne fa il netto favorito. Velatri Lung visto il numero e i rivali prenota il podio, mentre Balalaica Matto, Alter Ego Club seppur in seconda fila hanno il motore per risalire. Athena Grif da rivedere e Brexit Baba le sorprese. Si torna ad alto livello con il Premio Infinitif, la condizionata per cavalli di due anni non vincitori di 8.000 euro in carriera sula distanza dei 2250 metri. Jazzman è imbattuto nelle due uscite l’ultima alla media 1.14.5 il che ne fa un nettissimo favorito. Il veloce Edy Vdo piaciuto in occasione delle due piazze d’onore prenota nuovamente il podio. Anche Efrem è reduce da un secondo posto e riveste con Eclisse Roc piaciuta in occasione del piazzamento in 2.01 ruolo di sorpresa.

Alla penultima uscita del pomeriggio milanese un’altra condizionata, questa volta per cavalli di 4 anni non vincitori di 20.000 euro in carriera affidati alle mani dei Gentlemen e valida per il Premio Island Dream. Crystal Ross a segno alla media di 1.13.3 all’ultima sulla pista appare come un favorito cristallino. L’ospite Chocolat presenta carta di spessore con quattro vittorie in serie ed è la scontata alternativa. Criss del Nord ha i mezzi per centrare una piazza mentre Capitano Pi è condizionato dall’errore. Ultima prova all’Ippodromo Snai La Maura è il Premio Mistral, una reclamare per tre anni a 10.000 euro sulla distanza dei 1650 metri. Doralice è giunta seconda in contesto simile all’ultima e supportata dal miglior numero rappresenta una possibile base. Massima attenzione all’ospite Dante dell’Est al centro della prima fila e a segno all’ultima in meno di due minuti. Duca Gielle sfortunato all’ultima in errore quando sembrava pronto ad inserirsi può risalire dalla seconda fila. Dettofatto Laumar vale più di quanto sembri dalla carta ed evitando l’errore può mettere tutti d’accordo. Dominique Roc forte di due successi non può essere sottovalutata. Don Toni Jet ha sbagliato all’ultima ma la vittoria di Padova unita al precedente piazzamento ne fanno più di una alternativa

RED/Agipro

Foto credits Dena Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password