Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/10/2020 alle ore 20:37

Ippica & equitazione

04/09/2020 | 15:15

Ippodromo Cesena Trotto, una magica cornice per un Europeo a tutta velocità

facebook twitter google pinterest
Ippodromo Cesena Trotto: una magica cornice per un Europeo a tutta velocità

ROMA - Il sabato che tutti gli appassionati di trotto attendono è arrivato, con il suo carico di agonismo, luci, pronostici e una certezza, quella del grande spettacolo offerto dall’86° Campionato Europeo Orogel, con i suoi dodici assi impegnati sulla breve distanza in due prove a numeri invertiti e la speranza che la giovane notte della domenica ospiti il race off, la sfida finale decisiva per eleggere il campione. La forma di Vernissage Grif incute rispetto ed il concreto timore di un prematuro epilogo serale; lo statuario allievo di Alessandro Gocciadoro è la star assoluta di questa edizione e l’ottimo sorteggio nella prima prova (quinta corsa in programma) lo promuove a netto favorito nella sfida delle 21.35, con il compagno di viaggio Arazi Boko, campione uscente e recorder della corsa, suo probabile valletto nella mani di Andrea Farolfi; mentre per le rimanenti chance di marcatore molti i candidati, da Ua Huka, che Renè Legati guiderà per i colori di casa per passare alla new entry Stepping Spaceboy con Antonio Di Nardo, sino al Derby winner Zlatan, ritrovato campione con il fido Minnucci nelle vesti di braccio armato per conto del team Gocciadoro, presente in forze con ben 6 pensionati del buen retiro di Noceto. Numeri invertiti ma pronostico immutato per la seconda prova (ottava corsa in programma), Vernissage non teme le risalite ed il numero nove non è poi così male, in prima fila ci proveranno l’altro portacolori del campano Santese il norvegese Chief Orlando che avrà in Enrico Bellei un partner d’eccezione e Zlatan che dal numero 4 potrà cercare la corda. Deimos Racing, vice campione nel 2018, sarà guidato da Roberto Andreghetti e merita considerazione quanto meno in chiave podio.

Tecnicamente rilevante anche il contorno della serata; il prologo alle 19.50 “Premio Fondazione F. OR” e subito un paio di candidati alle eliminatorie del Derby in pista, Benny Trio allievo di Marco Stefani, si avvierà dalla pole position e sarà un tester di peso per le ambizione di Barone Gas con Lorenzo Baldi e Bat Host, recente vincitore sulla pista nella mani di Antonio Di Nardo, mentre si tinge di rosa il prosieguo “Premio Virtù di zuppa Orogel” per uno stringato miglio che vedrà la giubba gialla di Alessandro Gocciadoro ai primi posti nel pronostico grazie alla facoltosa Azdora, femmina dalla regale genealogia sulla quale però incombe la sempre più convincente Alba dei Greppi, eccellente prospetto forgiato corsa dopo corsa dalla artigianale perizia di Loris Farolfi, terza forza Avrilvingtun Cam, in trasferta dalla toscana per il training di Erik Bondo e la guida sempre ispirata di Roberto Andreghetti. Il trend non cala ed alla terza “Premio Prodotti Leggerezza Orogel”, gentlemen in pista senza frusta per una manche del “Trofeo Gentlemen 4 Life” che Massimo De Luca e Zuvetie CC Sm sono chiamati ad interpretare in veste tattica partendo dalla seconda fila, mentre Ziara Dell’Est e Fabio Marchino ci proveranno da front runner e Zeroincondotta Op e Filippo Monti staranno alla finestra, chiusi alla corda, in attesa degli eventi. Alla quarta “Premio Prodotti Benessere Orogel”, miglio di fuoco con prospetti classici e match tra Zanzibar Wise As e Zimmy Cub, Gocciadoro vs Di Nardo ma con Vesna e Renè Legati pronti a movimentare la contesa assieme al decaduto ma sempre temibile Trillo Park, oggi inversione Bellei. Il programma serale regala una ricca moneta ai due anni, otto promesse che si sfideranno sui due giri di pista nel “Premio Verdurì Orogel” - Criterium Romagnolo, storica fucina di campioni in erba che dal Savio sono partiti alla conquista della gloria tricolore, con l’inviata di Mauro Baroncini Cher Ek da seguire in chiave vittoria ben supportata dal talento di Andrea Farolfi, in seconda battuta, la rivelazione Cherry Top, sorella del più anziano Zaffiro partecipante al Campionato Europeo, terza forza l’ottimo Callisto, portacolori di Roberto Stancari guidato da Antonio Greppi. Alla settima “Premio Orogel Food Service”, femmine anziani in schema ad handicap e chance di riscatto per Rouen Peste Tft, gloriosa allieva di Lorenzo Baldi al cospetto di giumente alla sua portata, su tutte la compagna di nastro Tilde Mati  e l’avvantaggiata Visy Pan. Si respira aria di Derby 2019 alla nona corsa “Premio Le Meraviglie Orogel”,un handicap riservato ai quattro anni che vedrà la vincitrice delle Oaks Audrey Effe ed il suo partner Andrea Farolfi, severamente testati dal secondo arrivato del Nastro Azzurro tedesco Juan Bros, guidato da Giuseppe Lombardo Jr e da Al Capone Stecca, il vincitore del Giovanardi. Alla decima “Premio Orogel Fresco”, tre giri di pista per otto anziani di lungo corso e pronostico a 5 punte; tutti i penalizzati, da Volcada Bar a Boys Going In, sino a Fingers Cross e Vicki Laksmy; in guide: Di Nardo, Vp, Greppi , Bellei e Gocciadoro.  RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password