Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/12/2018 alle ore 20:33

Ippica & equitazione

24/03/2018 | 16:42

Ippodromo Cesena, il Comune: “Serve una deroga alla legge regionale”

facebook twitter google pinterest
Ippodromo Cesena

ROMA - Per sbloccare la situazione dell’ippodromo Savio serve «fare in modo che a Cesena, come negli altri impianti ippici della Regione, la sala scommesse situata all'interno dell'Ippodromo possa essere oggetto di deroga rispetto al divieto introdotto dalla delibera regionale». E’ quanto si legge in una nota del Comune romagnolo, dopo la decisione del Tar che non ha accolto la richiesta di Hippogroup , relativa all’esclusione dell’ippodromo fra i punti sensibili. «Noi stessi io avevamo segnalato quando presentammo la mappatura dei luoghi sensibili - spiegano da Palasse Albornoz - In quell'occasione, infatti, rilevammo l'incongruenza della situazione relativa all'Ippodromo, storico impianto sportivo della nostra città, dove è operativa la sala scommesse sulle corse dei cavalli. Infatti, stando alle direttive della Regione, anche questa rientra nel novero delle attività vietate vicino agli impianti sportivi e quindi è da chiudere». Già all’epoca il Comune si era rivolto ai consiglieri regionali eletti nel collegio di Forlì Cesena e «proprio in coerenza a quella presa di posizione l'amministrazione ha scelto di non costituirsi in giudizio. Dopo questa decisione del Tar, è evidente che la soluzione del problema debba essere cercata in altre sedi, ed è questo che auspichiamo».
PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password