Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 04/08/2021 alle ore 17:15

Ippica & equitazione

16/07/2021 | 09:15

Ippodromo Snai Sesana, Dominique Roc vince il Premio Dynamo Is Magic

facebook twitter pinterest
Ippodromo Snai Sesana Dominique Roc Premio Dynamo Is Magic

ROMA - All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme consueto appuntamento del giovedì con un programma che si è aperto con la prova di maggior dotazione della serata. È quanto si legge in una nota. Giocata al debutto, quando era stata autrice di prova promettente terminando terza, alla seconda uscita della carriera Dominique Roc ha centrato il bersaglio pieno dominando il Premio Dynamo Is Magic riservato ai puledri di 2 anni: con V.P. Dell’Annunziata in sediolo, la portacolori della Sant’Eusebio allenata da Santo Mollo è andata di pacca al comando, si è permessa un primo km in 1.24 e poi nei 600 finali ha progressivamente accelerato e non ha consentito ai rivali di minacciarla, tagliando il traguardo a media di 1.20.2. L’altra femmina Dee Jay si è scoperta al km risalendo all’esterno, sull’ultima curva è riuscita a sistemarsi in scia alla rivale e nel finale, seppure senza riuscire a farsi minacciosa, ha conservato chiaramente il piazzamento davanti a Dawson dei Greppi; D’Arrigo ha perso metri per uno svarione iniziale ed è poi tornato discreto quarto.

Anziani di cat. F/G affidati ai gentlemen a confronto sul miglio nel Premio Coppa Toscana Trofeo per Dynamo Camp che si è risolto in un monologo di Parisfal: con Guido Gnoffo in cabina di regia, il cavallo di Salvatore Mattera jr è schizzato al comando, ha mantenuto ritmo brillante per la categoria acquisendo presto un paio di lunghezze di vantaggio che ha poi comodamente conservato sin sul traguardo, tagliato a media d 1.15.2. Zelk Olm e Turbo Capar hanno mantenuto le posizioni conquistate al via in una prova che ha regalato pochi sussulti.

Dopo il successo nella prova di apertura, la scuderia Sant’Eusebio, Santo Mollo da allenatore e Vincenzo Piscuoglio Del’Annunziata come driver hanno concesso il bis nel Premio Jumps For Childrens dove Bounty Roc non ha avuto grosse difficoltà a centrare la terza vittoria di fila ( e l’ottavo successo della carriera su dodici uscite): il figlio di Filipp Roc ha sfruttato la velocità iniziale per difendere senza eccessivi problemi il comando, ha poi retto il pressing di Baldur e con 600 metri finali di pregevole fattura in 43.1 ha chiuso nettamente a suo favore la partita a media di 1.14.6. Baldur ha provato a tastare il polso al rivale, ma non è stato capace di replicare al cambio di ritmo del battistrada e anzi in retta si è dovuto difendere dal finale di Barbabietolo Pel che ha concluso terzo a ridosso. In errore all’ingresso in retta Boniek Spritz quando era in lotta per il secondo posto.

Pronostico rispettato anche nel Premio Power For Dynamo, la prova sul miglio per anziani di cat. G dove Ussaro Egral ha confermato il buon rientro patavino con un sicuro percorso di testa concluso a media di 1.17.7, ben gestito in avanti da Sandro Miraglia. Vanto Op è risalito con coraggio l’esterno riuscendo a sistemarsi in scia al vincitore sull’ultima curva e ha conservato il piazzamento davanti a Venusia Jet.


Anche il Premio Dynamo Energy, la prova sul miglio per cavalli di 3 anni, ha confermato il trend della serata estremamente favorevole a favoriti con il successo dell’atteso Cosmo Spritz che con estrema disinvoltura, a media d 1.1.46, ha portato a termine un nitido percorso d’avanguardia. Per l’allievo di Andrea Sarzetto, oggi guidato da Maurizio Cheli, si è trattato del quinto successo a seguire dopo la bella vittoria nella divisione maschile dell’Elwood Medium. Gli avversari non sono mai riusciti a metterne in discussione la superiorità: Cadillac Grif ha seguito a intervallo il vincitore e nel finale ha respinto l’attacco di Ceres Prav mantenendo la seconda posizione. In errore sul penultimo rettilineo l’ospite Ciccioriccio Jet.

Palese la superiorità di Bella Cam sui coetanei nel Premio Smiling for Dynamo: prudente al via, la cavalla di Gennaro Casillo guidata da Antonio Di Nardo ha tenuto nel mirino il battistrada Bristol Olm anticipando al contempo le mosse del rivale dichiarato Birbo Capar, nel mezzo giro finale ha avvicinato il leader per sopravanzarlo già sull’ultima curva e allungare sicura in retta centrando la quarta vittoria della carriera, a media di 1.16.7 sui 2040 metri. Birbo Capar è rimasto un po’ sorpreso sull’accelerazione di Bristol Olm sul penultimo rettilineo ma è riuscito a riorganizzarsi e in retta ha rimontato il rivale per il secondo posto.

Alla ventisettesima uscita della carriera, Admiral Tr si è finalmente tolto l’etichetta di maiden dominando dal primo all’ultimo metro il Premio Right To Happiness: il più veloce nella giravolta, l’allievo di Christian Rossi affidato a Marco Volpato ha potuto gestire il ritmo per i primi 1200 metri e ha poi percorso l’ultimo giro in piena spinta, chiudendo a media di 1.19 sui 2040, mai avvicinato dai rivali. Il più pericoloso dei quali è stato Alfred, capace di risalire dalla penultima posizione, nonostante il cambio di ritmo, e chiudere secondo anche se a lunghezze dal vincitore, mentre Zodecar Verynice (vittima di una breve incertezza nella giravolta) ha vinto la volata per il terzo posto sull’attesa Chocolat Chaud.

RED/Agipro

photo credits: Foto Rosellini - Snaitech

 

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password