Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2021 alle ore 14:51

Ippica & equitazione

08/11/2021 | 08:30

Jumping Verona 2021, Wilmeir firma il Piccolo Gran Premio Selleria Equipe

facebook twitter pinterest
Jumping Verona 2021 Wilmeir firma il Piccolo Gran Premio Selleria Equipe

ROMA - Successo olandese nel Piccolo Gran Premio del CSI5*-W a Jumping Verona 2021. Wilm Vermeir, 42 anni, è sceso per primo in campo nell’affollato barrage del Premio n. 5 presented by Selleria Equipe (cat. mista, h. 1,55; 95.000 €) e il suo percorso netto in 34"01 è rimasto il più veloce fino all’ultimo. In tredici hanno cercato di fare meglio del suo Iq van het Steebtje: tra questi, cinque hanno completato la gara senza errori ma il tempo di Vermeir non è mai stato avvicinato seriamente. Il podio è stato completato dall’irlandese Mark McAuley (Miebello) e dal belga Pieter Devos (Kannabis van de Bucxtale).

«Il mio cavallo ha saltato molto bene in occasione del primo percorso. Lui di solito non è veloce, però oggi era molto brillante e allora l’ho montato con fiducia nel barrage. Ovviamente non potevo immaginare che avrei vinto, con quel tempo, però ero certo che ci sarei andato vicino. Non è il mio successo più importante, in passato avevo già vinto un gran premio 5*. Ieri avevo cercato di qualificarmi per il Gran Premio con un altro cavallo, Joyride S, senza riuscirci: sono stato sciocco, avrei dovuto provarci con lui... Qui a Verona avevo già vinto una volta due anni fa e in premio avevo ricevuto anche una sella, come oggi».

S’erano qualificati per il barrage anche tre italiani: il migliore è stato Guido Franchi (Curcuma Il Palazzetto), che ha replicato il percorso netto del percorso base piazzandosi sesto in 40”40. Due errori per Francesco Turturiello (Made In’t Ruytershof) mentre Riccardo Pisani è caduto, per fortuna senza conseguenze per cavaliere e cavallo, dopo che il suo Charlemagne JT Z è inciampato ricevendosi da un salto.

Prima del Piccolo Gran Premio, è andata in scena un’inedita competizione: la Top Team presented by Scuderia 1918, riservata a due squadre composte da cinque cavalieri che si sono sfidati due per volta su una categoria a tempo su un percorso composto da dodici salti. Ogni sfida assegnava un punto al team del vincitore e per ogni ostacolo superato venivano accumulati 100 euro, per un totale massimo di 12mila, da destinare in beneficenza. La vittoria è andata a Jumping Verona, che se l’è assicurata andando subito sul 3-0 con i successi di Jack Whitaker (che ha sostituito Martin Fuchs) su Lorenzo De Luca, Olivier Philippaerts su Jessica Springsteen e Luca Marziani nel derby azzurro con Giulia Martinengo Marquet. Scuderia 1918 ha ridotto lo svantaggio nelle ultime due platoniche sfide, grazie a Daniel Deusser contro Sergio Alvarez Moya e Kevin Staut contro Marlon Modolo Zanotelli.

Il percorso più veloce è stato realizzato Whitaker (48”85) in sella a Elucar V.E. mentre solo Alvarez Moya con Tirano non ha chiuso con un netto. Sono stati quindi superati correttamente 119 ostacoli su 120, per un totale di 11.900 euro che domani verranno devoluti in beneficenza al progetto più votato dagli spettatori tra quello a sostegno dell’amazzone paralimpica Sara Morganti e l’altro dell’associazione Saving Penguins.

La prima gara CSI5*-W della terza giornata di Jumping Verona, il Premio n. 4 presented by Franco Tucci (cat. a tempo, h. 1.50; 25.400 €), è finita in… Irlanda. La vittoria è infatti andata al 45enne Denis Lynch, attuale n. 25 del ranking FEI: sceso in campo per quint’ultimo in sella a Rubens LS La Silla, ha completato il percorso in 61”60 soffiando quasi in extremis la prima posizione al francese Julien Anquetin (Z Ice Cube Z), questo rimasto a lungo al comando con il tempo di 62”12. Terzo il britannico Sameh El Dahan con Suma’s Zorro, tempo 62″16. Il migliore degli italiani è stato Luca Marziani, quarto con Don’t Worry B.

RED/Agipro

Foto Credits JV/Marco Proli

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password