Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 28/06/2022 alle ore 08:54

Ippica & equitazione

20/04/2022 | 08:31

Ippica: l’Ippodromo Snai La Maura ricorda Ubaldo La Porta e Ziguli Dei Greppi e Nicola Del Rosso sono protagonisti della Giornata Gentlemen

facebook twitter pinterest
L’IPPODROMO SNAI LA MAURA RICORDA UBALDO LA PORTA E ZIGULI DEI GREPPI E NICOLA DEL ROSSO SONO PROTAGONISTI DELLA GIORNATA GENTLEMEN

Il pomeriggio di corse in programma martedì 19 aprile all'Ippodromo Snai La Maura trotto di Milano ha voluto ricordare, grazie a Snaitech e ai Gentlemen Drivers Club Lombardia, la figura di Ubaldo La Porta, presidente dell'Anact (Associazione nazionale allevatori del cavallo trottatore) scomparso recentemente, e la sua Scuderia e Allevamento Leonardo. La nostra cronaca di questa 25^ giornata stagionale riservata ai Gentlemen parte dalla classifica dei guidatori che ha visto il toscano Nicola Del Rosso, che si è giocato al meglio le proprie carte firmando due successi tra cui quello con Ziguli dei Greppi nel Premio Scuderia Allevamento Leonardo, la corsa tecnicamente più interessante. La figlia di Uronometro ha presto mosso all’esterno senza trovare anticipi da parte dei rivali e così ha avuto buon gioco nel liquidare sull’ultima curva l’outsider Zarbon del Sile, staccandosi e facendo passerella in retta a media di 1.13.5. L’allieva di Roberto Biagini ha fatto valere una caratura superiore anche nello schema in costruzione che non è forse quello in cui rende al meglio. Baldur dopo partenza lenta ha avuto percorso non facile a causa di un paio di anticipi ma alla fine l’ha spuntata per il secondo posto su Silverado Lux e Vistamar, non troppo incisivi malgrado uno schema di corsa più favorevole. La connection toscana aveva già colpito con Dakota dei Greppi nel Premio Only Lb, l’invito sui 1650 metri per cavalli di 3 anni: il figlio di Pacha dei Greppi al comando era libero di gestire il ritmo (percorrendo un primo km in 1.17) e nei 400 finali non aveva problemi anche perché Dama di Prussia, che aveva mosso all’attacco ed era l’unica minaccia, si gettava di galoppo sull’ultima curva. Dakota firmava così la seconda vittoria della carriera a media di 1.15 a grossa quota, seguito a intervallo dall’altro outsider Doritos Bi su un poco brillante Dono D’Amore, mentre la favorita (e giocata) Dei Marmi Dr si era estromessa allo stacco dopo essere arrivata molto carica dietro l’autostart. Già alla prima corsa, nel Premio Valdivia, si era registrato un arrivo a sorpresa con l’atteso Dartagnan Op che dopo partenza prudente e risalita graduale all’esterno non riusciva a cambiare passo nei 400 finali e non andava al di là del terzo posto, a lunghezze da una sorprendente ma meritevolissima Diana di Pippo, che dopo un debutto invalutabile (aveva sbagliato al via) mostrava di essere cavalla molto interessante: affidata a Vittorio Bosia , la cavalla di Andrea Guzzinati sbagliava brevemente prima del via, si rimetteva in coda, muoveva al km e affrontava addirittura in quarta ruota l’ultima curva ma in retta svettava da dominatrice a media di 1.15.6, dimostrando di parlare un’altra lingua rispetto ai rivali di giornata. L’altro outsider Drink Si finiva forte in retta chiudendo secondo. Altra sorpresa di giornata arrivava nel Premio Vaprio, la prova (senza frusta) a resa di metri che il penalizzato Beatles Boy Treb faceva sua. Compito certamente facilitato dal campo ridotto e dagli errori di un paio di rivali al via (compreso il giocato Vento del Pino) e da quello di Bper Gams all’imbocco dell’ultima curva quando incombeva “cattiva” sul battistrada Ravel Ek e sembrava avere molto da dire. Ma il cavallo di Matteo Restelli con il proprietario Marco Scarton in sulky il successo se lo meritava tutto chiudendo forte e piegando di forza Ravel Ek che restava secondo sull’altro penalizzato Vortice Op.

Andava meglio per la “punta” nelle altre corse del pomeriggio. Nel Premio Oibambam Effe, l’altra prova a resa di metri con protagonisti però i 4 anni, Filippo Monti era molto bravo a tenere di trotto l’ardente Criz nella delicata fase iniziale: il cavallo di Erik Bondo avanzava al largo e con un deciso percorso esterno stendeva il battistrada City Lux passando in retta a media di 1.13.4 sui 1650 metri, misura notevole considerato l’avvio da fermo. Cortomaltese Font seguiva le orme del vincitore ma sul palo era stampato per il secondo posto dal penalizzato Capoclasse Italia, ben guidato da Roberto Baroncini. Arrivo tutto toscano nel Premio Aura Sl, dove non deludeva le attese il favoritissimo Creso Risaia Trgf: tutto deciso già in partenza, con l’allievo di Francesco Facci guidato da Rebecca Dami subito davanti sul “contro” Champs dei Greppi, che nella chiusa veloce (mezzo miglio finale in 57.6) non poteva far altro che adeguarsi al piazzamento dietro al rivale, ripetendo in fotocopia l’accoppiata di una recente uscita fiorentina, mentre a intervallo Caipirinha Fi terminava al terzo posto. Dopo i bocconi amari mandati giù con Dei Marmi Dr e Bper Gams, Marco Castaldo si prendeva la scena nella parte finale del pomeriggio: nel Premio Zilath, la prova per anziani di cat. E, Zef interrompeva finalmente il lungo periodo no ritrovando la vittoria: vittoria comunque ottenuta soffrendo al termine di un ben calibrato percorso di testa, visto che l’attaccante Zandroz non mollava mai la presa e anzi nel finale metteva i brividi al cavallo di Fausto Barelli, che a media di 1.13.5 salvava un muso dall’ultimo affondo del rivale, con l’appostata Viola terza senza spazio. Sempre per il training di Fausto Barelli, nel Premio Selenio arrivava il successo di Babymon: saltata al via da Badgirl Fi, la figlia di Nad Al Sheba sfruttava il gran ritmo della rivale per liquidarla in un amen prima del km e isolarsi a media di 1.12.7, migliore velocità della giornata. A larghissimo intervallo, Barreiro (e Filippo Monti) vincevano la corsa per il secondo posto su Alcoy dei Greppi.

RED/Agipro

Foto credits: Dena-Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password