Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/09/2022 alle ore 17:30

Ippica & equitazione

10/06/2022 | 15:40

Milano Jumping Cup, in scena la seconda edizione all’Ippodromo di San Siro dal 24 al 26 giugno. Il Csi 4* milanese apre il countdown verso l’Europeo del 2023

facebook twitter pinterest
Milano Jumping Cup Ippodromo San Siro 24 26 giugno

ROMA - Edizione nel segno della crescita per la Milano Jumping Cup, l’atteso concorso ippico internazionale di salto ostacoli 4* e 1*, in programma all'Ippodromo Snai San Siro da venerdì 24 a domenica 26 giugno. Crescita più che confermata dai numeri nel confronto con l’edizione d’esordio del 2021. Quest’anno il concorso sale di livello a partire dalla formula, che passa a quattro stelle rispetto alle tre dello scorso anno, dal montepremi di 250mila euro (più 100mila) e dalla partecipazione con 12 nazioni rappresentate (10 nel 2021): Arabia Saudita, Argentina, Austria, Belgio, Egitto, Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna, Svizzera, USA e ovviamente Italia.

In crescita è però tutto il progetto MJC che ha segnato il ritorno della grande equitazione a Milano in un luogo storico per il mondo del cavallo come l’ippodromo di San Siro. Sviluppato e curato in ogni dettaglio l’intero complesso destinato agli sport equestri al centro delle piste, che comprende la grande arena in erba, un campo prova principale e un campo da lavoro coperto (new entry negli allestimenti), due tondini e i 240 box delle scuderie dotate di un moderno impianto di nebulizzazione e ventilazione per il benessere dei cavalli.

Ma non solo. Con MJC 2022 scatta anche il countdown per i Campionati Europei 2023 di salto ostacoli, assegnati a Milano dalla Federazione Equestre Internazionale lo scorso anno in virtù dell’apprezzamento della prima edizione del concorso. L’evento manca dall’Italia da diciotto anni.

IL PROGRAMMA

Gare full time dal mattino al tramonto per tre intense giornate con quindici categorie (le prove clou sempre in chiusura) suddivise tra CSI4* e CSI 1* e firmate da uno dei più famosi ed apprezzati chef de piste al mondo: Uliano Vezzani. ‘The Maestro’, così è noto in ogni angolo del globo dove ha tracciato i percorsi dei più prestigiosi concorsi ippici internazionali, il 65enne emiliano, rappresenta l’ulteriore valore aggiunto di MJC 2022.

Altro ‘plus’ di tutto rispetto del concorso milanese sono le cinque categorie del CSI4* valide per il Longines ranking FEI (cioè le gare che determinano la posizione di amazzoni e cavalieri nella graduatoria internazionale). Una di queste è in programma il venerdì (prova a tempo da 1 metro e 50), due il sabato (categoria mista da 1 e 45 ed una a due fasi da 1 e 50), ed ancora due la domenica inclusa la gara clou. Alla ‘winning round’ da 145 fa infatti seguito l’attesissimo e difficile Gran Premio con ostacoli a 1 metro e 55 dotato da solo di ben 100mila euro di montepremi.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Pratoni 2022. Fise4all il servizio speciale allo sport

Pratoni 2022. Fise4All, il servizio "speciale" allo sport

24/09/2022 | 17:00 ROMA - Anche oggi, come durante tutto lo svolgimento del doppio evento iridato ai Pratoni del Vivaro, il servizio di assistenza alle persone con limitata mobilità ha consentito loro di vivere al meglio le emozioni...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password