Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/05/2018 alle ore 15:44

Ippica & equitazione

13/02/2018 | 16:58

Caso Capannelle, Diario (M5S): «Tutela per i lavoratori dell'ippodromo, bando non prima della metà di maggio»

facebook twitter google pinterest
capannelle diario m5s

ROMA - Il Regolamento per gli Impianti Sportivi di proprietà di Roma Capitale sarà votato domani dalla Commissione Personale, Statuto e Sport e probabilmente sarà calendarizzato - per l'approvazione definitiva da parte del Consiglio - nella seduta in programma giovedì pomeriggio: «La prima data utile è questa, quindi è probabile che si riesca a concludere», ha confermato ad Agipronews il presidente della Commissione, Angelo Diario (M5S), primo firmatario della proposta di deliberazione relativa al nuovo regolamento. Il provvedimento impatta in modo diretto sulle sorti dell'ippodromo Capannelle, la cui gestione da parte di Hippogroup scadrà il prossimo 15 maggio.
«Il nuovo regolamento fa un passo verso tutti i soggetti titolari di concessioni scadute e che stanno continuando a svolgere l'attività, a cui si continua ad applicare il canone previsto nel disciplinare - anche se scaduto - e non il canone rivalutato. Nella norma transitoria, nelle more della pubblicazione di un bando per l'assegnazione di una nuova concessione, chiediamo che venga riconosciuto il servizio offerto dai concessionari e che venga loro applicato il canone ridotto», ha spiegato Diario. Una correzione di rotta rispetto a un primo approccio molto più rigido. «Qualche mese fa - ricorda Diario -  il Dipartimento Sport e Politiche Giovanili aveva inviato una lettera a tutti i concessionari con concessioni scadute, chiedendo il pagamento del canone di mercato».

Al bando di gara per le nuove concessioni «sta lavorando direttamente il Dipartimento», ma «sarà prevista una clausola di salvaguardia: i lavoratori che oggi lavorano a Capannelle per Hippogroup - nel caso in cui la società decidesse di non partecipare al bando o se non dovesse vincerlo - saranno comunque tutelati, continueranno a lavorare per un eventuale nuovo gestore». I tempi per il bando non sono ancora definiti: «certamente non sarà prima di metà maggio. Finchè c'è ancora un rapporto pendente, l'amministrazione non può pubblicare» un bando. «Il nostro interesse è di tutelare l'ippodromo: la presenza di Hippogroup non solo ha un valore per le attività, ma anche perchè la società svolge anche l'attività di custodia», ha concluso.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password