Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 28/11/2020 alle ore 22:52

Ippica & equitazione

07/11/2020 | 00:31

Equitazione e norme anti-Covid, Garrone (avvocato): "Possibili trekking e passeggiate, il dpcm tutela il cavallo anche come patrimonio zootecnico"

facebook twitter google pinterest
cavalli covid equitazione garrone

ROMA - Quali sono le limitazioni imposte a chi va a cavallo, sia per agonismo che per passione, nell'Italia delle tre fasce anti-Covid? Un quadro esauriente e completo è stato fornito dall'avvocato Marianna Garrone (specializzata in diritto equestre), nel corso della diretta Facebook e Youtube diffusa questa sera sui canali di Cavallo Magazine. «Nelle regioni “gialle”, cioè a rischio moderato, l'ultimo dpcm consente l'attività sportiva all'aperto, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza utilizzo di spogliatoi. Quindi si può andare tranquillamente a cavallo. Sono permessi concorsi e competizioni di interesse nazionale, purché a porte chiuse, e gli atleti possono prepararsi a questi eventi». La situazione, praticamente uguale nelle zone arancioni (a parte i previsti divieti di spostamento), cambia invece nelle regioni “rosse”. «È sospesa l'attività sportiva all'aperto, a meno che non sia svolta individualmente – spiega Garrone – Quindi non si può fare scuola di equitazione Vietate anche tutte le attività di enti di promozione sportiva, restano solo i concorsi di interesse nazionale e gli allenamenti dei relativi atleti».

Quanto a trekking e passeggiate, nessun problema nelle regioni gialle e arancioni, mentre in quelle rosse sono possibili solo in forma individuale. Ci sono infine gli aspetti legati alla dimensione agricola del cavallo. «Nell'ultimo dpcm sono garantite le attività del settore agricolo e zootecnico e delle relative filiere, come è accaduto nel lockdown del marzo scorso. E questo tema riguarda sicuramente il cavallo, che è un patrimonio zootecnico. Anche i maneggi vanno considerati strutture zootecniche, perché ospitano equidi. E lo stesso proprietario di cavalli fa parte a mio avviso della filiera zootecnica. Ha il diritto, ma anche il dovere di andare ad accudire il proprio cavallo, senza limitazioni agli spostamenti da comune a comune e da regione a regione».

MF/Agipro


(Foto di Wim De graaf da Pixabay) 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

ippica capannelle galoppo

Ippica, Capannelle: ultima domenica dell'anno al galoppo

27/11/2020 | 14:15 ROMA - Ultima domenica dell'anno al galoppo all'Ippodromo Capannelle: gran bel congedo e appuntamento alla prima domenica di marzo, ma le corse al galoppo continueranno anche durante i mesi di dicembre, gennaio e...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password