Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/11/2018 alle ore 08:50

Ippica & equitazione

23/05/2018 | 18:35

Piazza di Siena, Di Paola (Fise): "Pubblico assisterà a uno spettacolo unico"

facebook twitter google pinterest
di paola piazza di siena fise

ROMA - «Per me è la seconda Piazza di Siena, ma è quasi una seconda prima volta. Ho esordito su un terreno in sabbia e ora qui è tornato il verde. Piazza di Siena verde non solo nel colore, ma anche nella sostenibilità ambientale. Abbiamo ridotto di un altro settanta per cento l’impatto delle strutture e ora il pubblico è nelle migliori condizioni per assistere a uno spettacolo unico, altamente agonistico e spettacolare, da ogni angolazione della Piazza». Così il presidente della Fise Marco Di Paola presenta l'edizione numero 86 del CSIO di Roma Piazza di Siena, al via domani a Villa Borghese. Un'edizione che ha visto, tra le altre cose, la riqualificazione dell’area con il ritorno alla struttura originaria di Piazza di Siena, le strutture di minimo impatto, il fondo in erba ripristinato dopo undici anni, il recupero dell’area del Galoppatoio che sarà anche sede di gare e di attività promozionali. «Abbiamo qui tanti cavalieri veterani e giovani interessanti e questo mi lascia fiducioso. Grazie al rapporto instaurato con il Coni Piazza di Siena sta cambiando e crescendo in tutte le sue svariate componenti. Noi ce l’abbiamo messa tutta creando visibilità e nuovi spazi come il recupero dell’area del Galoppatoio. Ora tocca ai nostri binomi scrivere nuove pagine del concorso di Piazza di Siena», ha detto ancora Di Paola nel corso della tradizionale presentazione della squadra italiana che sarà impegnata a Piazza di Siena. 

«Sono 52 anni, dal 1966, che frequento Piazza di Siena prima da cavaliere e poi ricoprendo diversi ruoli federali. - ha detto il Commissario Tecnico azzurro Duccio Bartalucci - Quest’anno riprendo un ruolo che ho già ricoperto, quello di commissario tecnico della nazionale e sono particolarmente fiducioso. Ho una squadra fortissima, il nostro movimento è talmente vasto che possiamo sopperire a certe assenze importanti e, insomma, siamo qui per vincere. Tutti devono dare il massimo e sono convinto che così sarà». 

Con le assenze di Piergiorgio Bucci, del caporal maggiore Alberto Zorzi e dell’aviere scelto Lorenzo De Luca, della squadra che ha vinto la Coppa delle Nazioni lo scorso anno resta solo l’appuntato scelto Bruno Chimirri, spiegano dalla Fise. «I ragazzi che sono quest’anno con me non mi fanno sentire l’assenza dei miei compagni dello scorso anno. - ha detto Chimirri - Nel 2017 eravamo quattro amici, quest’anno siamo sempre quattro amici che vogliono far bene». Entusiasta anche Giacomo Casadei, il più giovane degli azzurri, appena 15 anni e tanta voglia di emergere: «Trovarmi accanto a tanti campioni italiani e stranieri per me è una emozione unica. Sin da bambino ero deciso a seguire le orme di mio padre e sto realizzando il mio sogno. Proverò a dare il massimo e alla fine tireremo le somme. Ora resto concentrato», ha concluso. 

 

SA/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password