Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/05/2020 alle ore 20:39

Ippica & equitazione

21/09/2019 | 16:05

Hong Kong, cancellate le corse nello storico ippodromo: minacce al cavallo di un politico filo-cinese

facebook twitter google pinterest
hong kong ippodromo

ROMA - L'ippodromo Jockey Club di Happy Valley a Hong Kong è stato costretto a cancellare le corse in programma nella serata di mercoledì scorso, a causa delle minacce sollevate contro il cavallo Hong Kong Bet, di cui è proprietario il politico filo-cinese Junius Ho. L'avvocato e deputato, riporta Reuters, è finito nel mirino dei manifestanti di Hong Kong per il suo appoggio ai "picchiatori" che nelle scorse settimane avevano aggredito gli attivisti. La posizione di Junius Ho ha causato il malumore dei manifestanti, i quali hanno pensato di prendere di mira il suo cavallo da corsa, Hong Kong Bet, un baio di quattro anni che non è potuto scendere in pista.
Gli organizzatori dell'Happy Valley avevano contattato Junios Ho chiedendogli di ritirare il suo cavallo dalla corsa, ma dopo il rifiuto del politico l'ippodromo ha cancellato tutte le corse per salvaguardare la sicurezza di cavalli, fantini e pubblico. L'Happy Valley, che nella sua storia si è fermato solo per eventi catastrofici, è una vera e propria istituzione all'interno della città di Hong Kong. È stato costruito dai britannici nel 1846 e le sue corse attirano ogni volta decine di migliaia di spettatori, pronti a puntare i loro denari sui cavalli vincenti. L'annullamento delle corse di mercoledì ha provocato cospicui danni economici, stimati in 130 milioni di euro. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Ippica Capannelle trotto

Ippica, Capannelle: il trotto torna in pista con 10 corse

29/05/2020 | 15:30 ROMA - Dopo oltre 80 giorni, il trotto torna finalmente protagonista all'ippodromo delle Capannelle e lo fa con un convegno forte di ben 10 corse tutte davvero molto equilibrate e rese incerte, ovviamente, anche dalla necessità...

ippica fase 2 scozia

Fase 2, Scozia: l’ippica torna in pista, ad Ayr, il 22 giugno

29/05/2020 | 13:42 ROMA - La Scottish Racing ha annunciato che le corse dei cavalli nel paese riprenderanno, a porte chiuse, dal 22 giugno. Tutte le gare si svolgeranno in conformità con indicazioni stabilite dal governo scozzese per uscire lockdown...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password