Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/09/2018 alle ore 17:35

Ippica & equitazione

09/07/2018 | 14:43

Ippica, Cesena trotto: domani la semifinale del Superfrustino Sisal Matchpoint

facebook twitter google pinterest
ippica cesena superfrustino sisal matchpoint semifinale

ROMA - Terzo round del Superfrustino Sisal Matchpoint all’ippodromo del Savio ed altri dieci top driver inseguono la promozione alla finale del torneo in programma martedì 21 agosto, pass già nelle mani di Alessandro Raspante, Alex Gocciadoro e Max Castaldo. Poche righe non bastano ad enumerare i successi ottenuti in carriera dai driver in gara - si legge in una nota -  ma nomi come Nad El Sheeba e Filipp Roc sono indissolubilmente legati alla carriera di Davide Nuti, milanese cresciuto a pane e trotto presso le scuderie di San Siro dove papà Angelo ha forgiato numerosi performer, mentre per Antonio Greppi la militanza ad alto livello è cominciata con la generosa Miss Najad ed è proseguita con oltre 2000 vittorie ed un ruolo di spicco nel panorama dei catch driver tricolori esaltato da successi e podi in prima classe con Laurel e Ok America, No Contest Bi, Irambo Jet, Powell Bi,  giusto per citare alcuni dei partner più forti guidati dal professionista gigliato. L’alta scuola di papà Giuseppe ed un considerevole talento fanno di Andrea Guzzinati uno dei più titolati driver nazionali e se a questo aggiungiamo un riconosciuto fascino, una classe d’altri tempi e la profusione di sigilli classici - leggi Sceicco e Fitzgerald Bigi-, Uniforz e Express Road, la statuaria Lisa America, lo scandinavo Malabar Circle As la figura è quella del protagonista indiscusso della nostra era storica; la stessa epoca che ha visto emergere Gaetano di Nardo, non solo il fratello di Antonio e Ciro, ma un autentico grande guidatore che vide premiata la sua costanza e le sue qualità con il suggello nel Lotteria in coppia con Italiano, alloro che per un campano è la madre di tutte le vittorie. Dalla seconda metà degli Anni ‘80 Pietro Gubellini ha riempito le pagine dei giornali con le sue spettacolari guidate, la sua milanesità, i duelli con Enrico Bellei, i binomi di successo e gli oltre 5000 primi posti, un “mito” per le scomparso San Siro e le sue folle. Giorgio D’Alessandro sale in Romagna dalla Campania per ribadire il suo ruolo nel variegato mondo del trotto meridionale ed una continuità fatta di vittorie che lo collocano da anni ai vertici della classifica italiana. Un maestro come Biagio Lo Verde può cambiarti la vita e per Davide Di Stefano è stato davvero così, salire alla ribalta, affermarsi dapprima nella natia Sicilia e poi in Continente, portando al successo Thor di Girifalco, Super Star Reaf in prove classiche, tutto è successo grazie allo scomparso professionista palermitano, ma anche alle qualità che ora permettono a Di Stefano di volare da solo. Ottavo di questa carrellata, per Vincenzo Luongo, il celebre “omino d’Agnano”, la ribalta è giunta in virtù di una costante applicazione e di una classe innata, caratteristiche che ne fanno un catch di qualità ed un allenatore dai non trascurabili talenti, con Zibibbo Mdm e Ultimaluna Grif frecce di un presente classico assai confortante. Da due lustri Andrea Farolfi frequenta il Superfrustino Sisal Matchpoint, dapprima come promessa di talento, poi come stimato professionista ed un’affermazione nella kermesse romagnola è il sogno nel cassetto del driver bolognese che ha legato il suo nome a numerosi Grandi Premi e ad uno in particolare, il modenese Giovanardi vinto ben tre volte con Tresor Zs, Unno Del Duomo e nel 2018 con Zabul Fi. Chiude l’immaginaria passerella Giampaolo Minnucci, l’uomo di Varenne, il partner di tutti i successi del Capitano, ma anche l’ispirato interprete di tanti campioni come il Derbywinner, Sugar Rey, la veloce Sundance Bi, lo scandinavo Zorro Photo ed il futuribile Zlatan. 

Le cinque sfide della kermesse sono aperte da un miglio per tre anni che vede il sorteggio premiare, almeno sulla carta, Gp Minnucci grazie a Zar Degli Ulivi, pedina da punteggio pieno preferita a Zerouno Mmg e Zarina Di Roberto, con D’Alessandro Jr e Luongo, mentre alla sfida successiva, quarta corsa in programma, Greppi e di Stefano si disputeranno la vittoria alle redini dei compagni di franchigia Viele Liebe e Virtual Op e D’Alessandro approfitterà della forma di Volartyl per mettere a segno punti basilari in ottica classifica. Dalle giovani leve si passa all’esperienza degli anziani che alla quinta del palinsesto possono offrire ottima prebenda a Guzzinati e Farolfi grazie alle doti di Triumph Baldini e Solimano, con Gubellini e Minnucci ad inseguire il podio con Urlo D’Ete ed  Ubi Ek, mentre nell’handicap sulla media distanza, Minnucci ha sorteggiato lo specialista Trezeguet Kyu, possibile movimentatore di una corsa che ha in She’s A Woman e Roxy Viking buone cartucce da sparare  per Nuti e Andrea Farolfi, il quale guiderà la favorita Teodora Caf nel clou portandola al comando per sfuggire al pressing delle coppie Veleno D’Amore/Gubellini e Vandalo Gio /Greppi. 

AREA MONDIALI - Per poter seguire con attenzione la serata di corse senza perdere la Semifinale dei Mondiali di Calcio 2018 “Francia – Belgio”, è stata allestita un’area ad accesso gratuito senza obbligo di consumazione con schermi maxi dedicati alle partite sotto la tenda arancione dell’ospitalità.

“HIPPOQUIZ”, IL LIVE QUIZ SHOW DELL’IPPODROMO - Laura Padovani ogni martedì con la sua conduzione frizzante e la serie di domande rivolte al pubblico anima il parterre dell’Ippodromo. Hippoquiz è un gioco che diverte tutti perché partecipare è semplicissimo, è sufficirente chiedere il telecomandino wi-fi alla consolle posizionata nei pressi del palco e rispondere alle domande negli intervalli tra le corse. 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password