Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/04/2019 alle ore 20:35

Ippica & equitazione

29/03/2019 | 19:44

Ippica: all'ippodromo La Maura successo a sorpresa di Noble Nord Fro

facebook twitter google pinterest
ippica la maura venerdi 29 marzo

ROMA - All’Ippodromo Snai La Maura venerdì di corse al trotto che vede un quattro vittorie su quattro uscite di Andrea Sarzetto che si conferma “cecchino” infallibile sul circuito di Milano aggiungendo due successi al doppio firmato martedì. Se in quella occasione il “braccio armato” era stato Andrea Farolfi, oggi pomeriggio il trainer veneto ha trovato in Manuel Pistone un perfetto esecutore, ma gli va riconosciuto il merito di aver consegnato al driver palermitano due soggetti in ordine spettacolare. Nel Premio Self Possessed - si legge in una nota - la splendida SuperTris che concludeva il pomeriggio, ha fatto faville Noble Nord Fro: sfruttando la sua nota abilità nelle partenze da fermo, il portacolori della scuderia Samantha e Giulia è riuscito a sfilare al comando in meno di 800 metri, ha tenuto ritmo costante arginando i tentativi di risalita di Talita prima e di Top Gun America poi, quindi ai 400 finali ha piazzato l’allungo decisivo prendendo netto vantaggio che in retta ha saputo amministrare, nonostante un comprensibile calo, dal finale di Un De Bay: quest’ultima dopo bella partenza si è liberata ai 400 finali e ha recuperato tanto sul vincitore, mentre il passista Uragano Op dopo graduale risalita ha conquistato il terzo posto su Top Gun America e su Uncle Nico.

Prima della Tris, era arrivato il successo di Ravaneo Spritz (sempre per la stessa connection) nel Premio Score A Success, la prova sui 1650 metri per cavalli di cat. F: il portacolori di Ketty Macor si è impegnato al largo di Un Grande Ido aumentando il pressing sul penultimo rettilineo per passare di forza in retta e imporsi di forza a media di 1.14.5. Un Grande Ido si è dovuto inchinare al rivale ma ha conservato il secondo posto sull’appostata Valeriass.
Se Andrea Sarzetto e Manuel Pistone hanno firmato una doppietta, Alessandro Gocciadoro ha realizzato un triplete spettacolare per la qualità di tutti e tre i successi ottenuti. Il team di Castel San Pietro conferma uno strike-rate strepitoso in particolare con i 3 anni, e nel Premio Take Chances abbiamo assistito ad un debutto sopra le righe: non è da tutti i giorni infatti esordire con un percorso in 1.14.1, Arma Wise As (ottima genealogia, da Varenne e Gironda As) ci è riuscita mostrando grandi mezzi ma anche una notevole maturità: terza dal via, la portacolori della scuderia Horses: Our Passion ha anticipato al passaggio Alvaro, è passata in vantaggio dopo 600 metri e ha retto il pressing del rivale completando il primo chilometro in 1.14.3, svincolandosi definitivamente in retta e chiudendo in bello stile. Va accomunato nelle lodi anche il secondo arrivato Alvaro, all’assalto per oltre un giro, mentre Aladino Indal ha regolato per il terzo posto Attalo.

Gocciadoro ha “rincarato la dose” con Arden Wise As nel Premio Feeling Great, sui 2250 metri: facile al comando, il figlio di Ready Cash si è potuto permettere un primo chilometro tranquillissimo sul piede dell’1.20, poi è stato costretto ad allungare prima sulla puntata di Anatra Jet, che aveva provato a coglierlo di sorpresa al passaggio, e ancora sul penultimo rettilineo quando ai due si è unito in terza ruota Anthony Gar, sin li’ nascosto in ultima posizione: il portacolori della Incolinx ha proseguito il suo attacco scavalcando Anatra Jet ma il battistrada, energicamente sollecitato dal suo interprete, ha risposto bene sino in fondo chiudendo a media di 1.16 con un ultimo chilometro volato in 1.12.5, una misura importante che ne attesta la qualita’ e l’attitudine alle lunghe distanze. Anthony Gar ha concluso buon secondo, Anatra Jet ha accusato nel finale ed e’ stata rimontata per il terzo posto da Aly Prav, mentre al via aveva sbagliato Atena Caf.
A opporsi alla scuderia Gocciadoro si rischia di uscire con le ossa rotte: ne sanno qualcosa Manuele Matteini e Vae Victis Club che nel Premio Celebrity Feeling hanno anticipato Vicario provando a reggerne la forza d’urto: oggi però il portacolori della scuderia Verner era in versione “bulldozer”, e con 600 metri d’assalto è passato di forza già sul penultimo rettilineo, proseguendo di gran lena per chiudere solitario a media di 1.11.5, al sesto successo consecutivo. Correndo all’attesa, Vistamar e Verdon Wf si sono contesi il secondo posto, terminando nell’ordine sul traguardo.
Il bottino del team in giallo poteva essere anche più cospicuo se non ci fosse stato l’errore di Zanzibar Wise nel Premio Feel Like A Winner, dove la figlia di Muscle Massive ha reso un ulteriore bonus di metri a quelli previsti dalla penalità e pur impegnandosi in un grande recupero non e’ andata al di la’ del secondo posto. Zarzamora, unica esente da errore insieme a Zafira, ha sfruttato al meglio la situazione e con un ben calibrato percorso di testa si e’ resa intangibile a media di 1.13.9, con Cesare Ferranti in sediolo per il training di Matteo Restelli, mentre Zafira ha chiuso al terzo.
Nel Premio Fakir Ve, la reclamare sui 1650 metri per cavalli anziani con i gentlemen proprietari in sediolo, Vodka Lemon ha speso parecchio per sfondare dopo 600 metri su Uaget Grif, che sul penultimo rettilineo è tornata alla carica passando complice l’errore del rivale ma a quel punto aveva giocato già le cartucce migliori e in retta è calata drasticamente: Urien del Sauro è cosi’ passata facile imponendosi a media di 1.14.1 con Alessandro Manfredi. Speedy Fez, abile a prendere la scia della rivale a metà gara, e’ emerso al secondo posto ribattendo al tentativo interno di Tacabanda Fi.
Durante il convegno c’è stata anche la prova pubblica di Axl Rose, passato al training di Alessandro Gocciadoro, in coppia con il compagno di allenamento Vasco Dany Grif: buona impressione per il vincitore del Gran Premio Mipaaft, bello nell’azione, che ha trottato il miglio sul piede dell’1.14 con 600 finali in 43 e mezzo. 

FOTO DENA - SNAITECH

RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password