Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/10/2019 alle ore 09:00

Ippica & equitazione

22/07/2019 | 09:53

Ippica: all’ippodromo Snai Sesana Stefano Baldi la spunta tra i gentlemen

facebook twitter google pinterest
ippica snai ippodromo

ROMA – All’Ippodromo Snai Sesana programma del sabato dedicato completamente ai gentlemen. Alla settima prova è stato decretato il vincitore del convegno con il Premio Trofeo Playoff in cui i primi sei della classifica di ogni corsa si sono confrontati sul circuito montecatinese, secondo una formula ormai ampiamente rodata negli ippodromi Snai, si legge in un nota. I “nostri” gentleman hanno dimostrato di essere bravi, sbagliando poco e, soprattutto, dando dimostrazione di sagacia tattica degna dei piu’ esperti professionisti.
Stefano Baldi si è aggiudicato la classifica della giornata grazie a due successi: il gentleman toscano e’ partito subito con il piede giusto nel Premio Leinati, la prova sui 1640 metri per cavalli di 3 anni, guidando alla perfezione e portando ad un bel primo piano Avila dei Greppi. Dalla seconda pariglia in scia ad Angelica Matto, la cavalla allenata da Roberto Biagini è scattata in terza ruota al mezzo giro finale per andare ad aggredire la battistrada Adelasia, che in testa aveva fatto melina arrivando al km in 1.19.4: Avila dei Greppi si e’ presentata cattiva ai fianchi della rivale sull’ultima curva, in retta ha insistito ed e’ passata di slancio, a media di 1.17.1, controllando il tentativo di Aida Capar, che da seconda in corda ha spostato progressivamente all’esterno e in retta ha fornito finale velenoso, mentre Adelasia in leggero calo ha concluso al terzo posto. L’atteso Aramis Op ha sbagliato sulla prima curva, da cavallo caratteriale, confermando le “paure” di Filippo Monti.
Il bis (e la vittoria di giornata) e’ giunto grazie a Zeta Cash nel Premio Concord Roc, la reclamare a resa di metri per cavalli di 4 anni: con la cavalla allenata dal fratello Edoardo, Stefano Baldi ha sfruttato al meglio la posizione allo start azzeccando una giravolta volante e conquistando subito il comando mentre Zeta dei Venti, incerta al via, e’ stata costretta a risalire all’esterno e ha accompagnato la battistrada nel primo km turistico in 1.22. La corsa si e’ accesa ai 500 finali, quando all’esterno hanno mosso i penalizzati Zonin Jet e Zola’ Dei Greppi mentre Zeta dei Venti non ha trovato le forze per replicare: il piu’ incisivo e’ risultato Zola’ dei Greppi, che ha saltato i rivali e ha provato ad aggredire la battistrada, ma Zeta Cash aveva in serbo ancora cartucce da sparare e non si e’ fatta avvicinare, tagliando il traguardo a media di 1.19.4 sui 2040 metri. Zola’ dei Greppi si e’ dovuto adeguare al secondo posto, mentre con bel finale Zafira ha chiuso al terzo rimontando Zonin Jet.
La vittoria del Trofeo Playout e’ andata invece a Filippo Monti con il trascuratissimo Tamigi dei Greppi, risoluto nel prendere il comando e dire di no a Reims dei Greppi: i rivali lo hanno lasciato fare (km in 1.22) e il cavallo di Riccardo Pezzatini li ha messi tutti nel sacco, staccando facilmente in retta. L’appostato Nobile di Poggio ha vinto la volata per il secondo posto, una strepitosa Urla del Ronco dopo aver perso tantissimi metri al via per una incertezza e? tornata a regolare nel finale Trogone Jet per il terzo posto. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password