Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/12/2018 alle ore 11:00

Ippica & equitazione

05/05/2018 | 19:10

Ippodromo Snai San Siro: Way Back risponde presente nel Premio Lodi Vecchio

facebook twitter google pinterest
ippica snai san siro galoppo 5 maggio 2018

ROMA – All’Ippodromo Snai San Siro penultimo convegno “misto” della stagione con al centro del programma il tradizionale Premio Lodi Vecchio, condizionata sui 2000 metri in pista grande per cavalli di tre anni. Non ha deluso, si legge in una nota, il favorito Way Back, che però ha regalato un brivido ai suoi sostenitori rischiando la caduta all’apertura del gabbie, Silvano Mulas è stato bravo a rimetterlo prontamente in carreggiata, poi la maggior classe del portacolori del signor Ferdinando Guglielmotti ha fatto la differenza in retta: l’allievo della Il Cavallo In Testa è passato ai 400 finali e ha allungato rispondendo all’attacco dell’ospite Red Judicata, che negli ultimi metri è stato sopravanzato da Empty Spaces, piuttosto disordinato nell’azione ma molto efficace nella progressione da fondo gruppo.
In apertura i saltatori impegnati nel Premio Vizzola, una vendere in siepi sui 3200 metri per cavalli di 4 anni. Il favorito Padrinho ha riacciuffato sul filo di lana una corsa che ha rischiato di perdere: il cavallo di Paolo Favero sembrava in controllo della situazione, acquattato dietro la battistrada Power Flower, ma quest’ultima sulla diagonale breve ha allargato rallentando per un attimo l’azione del rivale: Shilohe è stata lesta ad approfittarne passando al comando ed entrando in dirittura in vantaggio, ma Josef Bartos non si è perso d’animo, ha lanciato il portacolori del signor Richard Stampfl all’inseguimento della compagna di allenamento e proprio sul filo di lana è riuscito ad agguantarla e batterla. Al terzo posto è terminato Sassopiano su Spin A Disc. Pronta conferma di Option Be nel Premio Madesimo, una siepi in vendere sui 3200 metri per cavalli anziani: il cavallo di Josef Vana, con Jan Kratochvil in sella, ha mosso sulla piegata di fondo lanciandosi all’inseguimento di Jessica Jo per sopravanzarla facilmente in retta e allungare, vanamente inseguito da Archangel Raphael che si e’ dovuto adeguare al secondo posto. Al terzo posto con bel recupero è terminata Holy Song, che pure ha saltato malissimo gli ultimi ostacoli, mentre l’atteso Brunch Royal è mancato nella fase cruciale.

Una cresciuta Knockdawn ha messo ko le rivali siglando il Premio Lady M, una maiden sui 1700 metri per femmine di 3 anni: in una corsa condotta a buon ritmo da Reine Vraie, la portacolori della scuderia Concarena allenata da Marco Gasparini e montata da Luca Maniezzi ha mosso da centro gruppo in retta passando di slancio nei 100 finali. Sono finite forte con gran recupero dalle retrovie Sae Cortesapertas e Avamac, terminate nell’ordine alle migliori piazze davanti a Deserving e Reine Vraie.
L’ultima prova del pomeriggio riservata ai saltatori è stato il Premio Dei Novizi, condizionata in siepi per cavalli di 3 anni sui 3200 metri. Alla seconda uscita della carriera dopo il posto d’onore conquistato al debutto a Fontainebleau, Prince D’Orage si è presentato sulle nostre piste con un grintoso percorso d’avanguardia: il cavallo del team Vana, papà Josef al training e Josef jr in sella, ha imposto un buon ritmo alla gara, e dopo aver respinto l’attacco di Leonardo Da Vinci sulla diagonale breve, nel tratto ultimo ha trovato le energie per replicare al tentativo di Watching Spirits. Poco brillante (soprattutto nei salti) Absolute Belter, meglio ha fatto la meno attesa alleata Pelice, che in dirittura è tornata forte a battere Leonardo Da Vinci, in netto calo.

Ritorno al successo di Swallow Street nel Premio Luino, discendente sui 1200 metri in pista dritta per cavalli di 3 anni e oltre: il cavallo di Michelino Bebbu, con Federico Bossa in sella, è stato costantemente in prima linea e ha vinto meglio di quanto il distacco finale possa far pensare, allungando nell’ultimo furlong e limitandosi a controllare negli ultimi metri Ilnassa, all’interno, e Intellectual Boy, all’esterno, che sono finiti in linea per il secondo posto.

Nella prova di chiusura all’Ippodromo Snai San Siro, per il Premio Porta Genova, condizionata sui 1800 metri in pista grande per cavalli di 4 anni e oltre, Dersu Uzala ha confermato tutta la sua solidità mantenendo fede al pronostico: con Dario Di Tocco in sella, il cavallo di Marco Gasparini (al secondo successo del pomeriggio) ha agito in seconda posizione ai lati del battistrada Breton March, è passato in vantaggio a metà retta arroccandosi allo steccato e ha allungato ancora bene centrando il quarto successo della carriera (su nove uscite). Timely Arrival si è presentato minaccioso al penultimo furlong, negli ultimi metri però ha esaurito lo slancio e così al secondo posto è emerso Dominique mentre Timely Arrival ha salvato di misura il terzo su Fortissimo.


Foto Dena – SNAITECH SPA

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password