Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/11/2018 alle ore 11:51

Ippica & equitazione

03/11/2018 | 20:03

Ippica; all’Ippodromo Snai San Siro, nel Maria Sacco vince Pizzo Carbonara. Smigavaz protagonista nella finale NBF Lanes Mile

facebook twitter google pinterest
ippica snai san siro

MILANO – Penultimo sabato della stagione del galoppo all’Ippodromo SNAI San Siro che ha proposto sei corse molto interessanti. La prova di cartello e’ stata l’Handicap Limitato sui 1700 metri in pista media intitolato all’indimenticata Maria Sacco e riservato a sole femmine di 3 anni e oltre in cui ha centrato un meritato primo piano Pizzo Carbonara: la cavalla di Giorgia Lamberti - si legge in una nota -  ha fatto un eccellente salto di qualita’ dall’estate in poi, dopo prove generose e non sempre fortunate ha finalmente colpito il bersaglio pieno piazzando il suo spunto velenoso ai 300 finali. Zadina (altra cavalla rivista al top dopo qualche passaggio a vuoto), subito ai lati di Windy York, ha provato a rubare il tempo alla rivale passando a meta’ retta in lotta con Bernardina al suo interno: alla fine la Dioscuri ha avuto ragione della dormelliana, ma al suo esterno e’ arrivata inesorabile la stoccata della portacolori di Diego Grassetto, ben sostenuta da Sergio Urru. Bernardina ha chiuso terza a contatto, piu’ indietro Determination ha fatto suo il quarto posto, mentre la piu’ attesa compagna Molecolar e’ stata ritirata nell’imminenza della partenza per aver rifiutato l’ingresso nelle gabbie.
L’altra interessante prova e’ stata alla quinta. Dopo le due performance poco brillanti sostenute dal rientro, Smigavaz ha ritrovato i migliori motivi aggiudicandosi la ricca moneta offerta dalla finale dell’NBF Lanes Mile, handicap ad invito sui 1600 metri in pista media: corsa spettacolare, che ha visto Natural Storm respingere Raise The Bar dopo una prima frazione veloce e conquistare il comando: ai 400 finali la situazione era ancora ingarbugliatissima, con il gruppo disposto in un ampio e spettacolare ventaglio, ma ai 200 finali, una volta trovato lo spazio, la cavalla di Cristiana Signorelli (al bis nel pomeriggio, come anche Ivan Rossi) ha chiuso la pratica sfoderando l’allungo dei giorni migliori, vanamente inseguita da Stundaiu che ha corso all’attesa ed e’ emerso al secondo posto su Hartswell, con Middle Gray quarta all’interno dopo essere per un attimo passata in vantaggio ai 300 finali.
La riunione si era aperta con il Premio Palazzo Marino, una maiden sui 2000 metri in pista media per cavalli di 2 anni. Sulla distanza si attendeva un progresso da parte di Elisa Again, allieva di Raffaele Biondi titolare di due piazze d’onore in altrettante maiden, sui 1600 metri al debutto e sui 1800 la volta dopo: il progresso c’e’ stato, e ben oltre le previsioni perche’ la figlia di Champs Elysees con in sella Mario Sanna sul terreno faticoso ha fatto letteralmente il vuoto alle sue spalle: dopo aver corso sui primi, Elisa Again in retta ha allungato insieme al leader Lodai per staccarsi solitaria nei 300 finali. Interessante il finale di Keep On Fly, che ha concluso a centro pista volando via No Pasaran che intanto aveva superato lo stanco Lodai, in calo nell’ultimo furlong dopo aver vanamente provato a tenere il passo della vincitrice.

La connection Raffaele Biondi-Mario Sanna si e’ subito ripetuta nel Premio Ferruccio Gorni, condizionata sui 1500 metri in pista media sempre per cavalli di 2 anni: Next Factor aveva debuttato sulle nostre piste nel Premio Campobello Listed, qui abbassava un filo il tiro e ha confermato le buone sensazioni destate in quella occasione. Il figlio di Iffraaj ha filato come un’ombra il leader Feel So Good per piazzare un bel cambio di marcia ai 300 finali: gia’ al paletto dell’ultimo furlong il portacolori del signor Luigi Roveda era passato all’interno del battistrada chiudendo la pratica, e così gli ultimi 50 metri sono stati percorsi in totale “relax”. Feel so Good non e’ riuscito a replicare all’allungo del rivale e nel finale e’ stato rimontato per il secondo posto da Watch Tomorrow: Dragonheart e l’ospite bulgara Riana non sono stati della partita in retta.
Sul gradito terreno pesante, Pancake ha risolto di forza l’handicap per cavalli di tre anni sui 1500 metri in pista media intitolato a Gianni Crotti: sui primi in scia ad Amintore, il portacolori del signor Piercarlo Alessiani allenato da Cristiana Signorelli e con in sella Ivan Rossi ha preso di mira il rivale, che era passato gia’ ai 400 finali sul calo drastico del deludente Baffonero, e dopo bel duello e’ passato nel tratto ultimo, di misura ma chiaramente. Amintore ha venduto cara la pelle, provando anche a rientrare al rivale. Piu’ indietro Roman Spectrum e’ emerso al terzo posto su Denaar e Lost Angel.
In chiusura all’Ippodromo SNAI San Siro, in attesa del convegno della domenica, altro handicap spettacolare con il Premio U.I.F. sui 2000 metri in pista media valido come TQQ: anche qui una volata emozionante, che ha visto King Winnie passare ai 200 finali sullo steccato esterno ma subire nei metri finali la rimonta di Carriage Trade. Cavallo dalla storia particolare, destinato agli ostacoli ma poi frenato da un infortunio che sembrava aver pregiudicato in maniera irrimediabile la sua carriera, il cavallo allenato da Alberto Morazzoni aveva debuttato soltanto a maggio, a 5 anni, vincendo a sorpresa ma senza piu’ riuscire a ripetersi: oggi e’ tornato a piazzare la progressione ammirata all’esordio, regalando a Sergio Urru il secondo successo del pomeriggio. King Winnie ha conservato con qualche rimpianto il secondo posto, a ridosso sono terminati Abbronzatissima all’interno, poi ancora Universo Sprite e Royal Dream a completare il podio del “Quinte”. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

ippodromo snai la maura atene trebì

All’Ippodromo Snai La Maura la prima di Atene Trebì

13/11/2018 | 18:14 MILANO – Dopo la chiusura della stagione a San Siro galoppo, l’Ippodromo Snai La Maura trotto diventa protagonista assoluto delle vicende ippiche milanesi sino alla fine del 2018. Nel convegno di questo martedi’,...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password