Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/01/2021 alle ore 21:20

Ippica & equitazione

23/11/2020 | 08:50

Ippodromo Snai La Maura, Bella Winner si conferma in grande forma

facebook twitter google pinterest
ippodromo snai la maura

MILANO - All’Ippodromo Snai La Maura Trotto di Milano, riunione del venerdì pomeriggio incentrato sulla prova al trotto montato e sulla tornata di qualificazioni del Winter Challenge, l’ultima delle quali era anche abbinata alla scommessa Tris/Quarté/Quinté. La prova di maggior dotazione del convegno, si legge in una nota, è stata però la V Eliminatoria per i 3 anni: anche sulla distanza selettiva dei 2250 metri, Bella Winner ha confermato l’ottimo momento di forma centrando il terzo successo nelle ultime quattro uscite. Con i rivali alle sue spalle che si sono un po’ marcati a vicenda, la portacolori della Winner Stable allenata da Alex Gocciadoro ma affidata a Max Castaldo ha potuto graduare dopo lo strappo iniziale, ma poi ha risposto alla grande ad un giro dalla fine sulla puntata decisa di Baccani, allungando in progressione e reggendo benissimo sino in fondo per concludere al personale di 1.13.3 sui 2250 metri, bene avanti a Buffon Zs. Il cavallo di Mauro Baroncini è l’altra nota lieta della prova: ha affrontato in costante terza ruota gli 800 finali e nonostante lo sforzo è emerso secondo sull’appostato Brand Roc: Baccani dopo la puntata a 1200 metri dall’arrivo ha detto basta sull’ultima curva, ma anche Blue di Girifalco ha avuto pochi argomenti all’epilogo.

Il pomeriggio milanese si era aperto con la VI Eliminatoria del Winter Challenge per i 4 anni. Al ritorno in Italia dopo l’esperienza svedese alla corte di Bjorn Goop, Aper Mede Sm per il nuovo training di Walter Zanetti e la guida di Andrea Farolfi ha subito fatto centro a coronamento di un’ottima performance: recuperata la penalità di venti metri, il figlio di Ganymede ha mosso all’esterno sulla penultima curva avvicinando gradualmente il battistrada Axe Zack – che intanto aveva completato un primo km veloce in 1.13.5 – sferrandogli un duro attacco nel mezzo giro finale: i due in retta hanno dato vita ad un testa a testa incertissimo, con l’attaccante che proprio sul palo l’ha spuntata sul battistrada che pure aveva dato l’impressione di potergli rientrare. Media di 1.14 sui 1670 metri per il vincitore, con l’appostata Grace dei Veltri terza a contatto senza però riuscire a farsi realmente minacciosa.
Gentlemen protagonisti con cavalli di proprietà nel Premio Briaschi, una “reclamare” sui 1650 metri per cavalli di 5 anni e oltre: Une di Nando scavalcava dopo breve lotta Zeus Mark e andava via a passo regolare, ma ai 500 finali la favorita appariva poco brillante sulla mossa del rivale guidato da Enrico Cuglini, che infatti passava netto in retta e andava a imporsi a media di 1.14.2. Zarina di Mira seguiva le mosse del vincitore ed emergeva al secondo posto, mentre la deludente Une di Nando calava nettamente ed era battura anche per il terzo posto da Urla del Ronco.
Dopo la sconfitta patita nella prova di apertura con Axe Zack, Alessandro Gocciadoro si rifaceva nel Premio Dakota Bi con la favorita Samima Ferro: la tedesca conquistava senza spesa il comando e così nel finale evitava il calo conclusivo di cui solitamente è vittima per sottrarsi agevolmente – media finale di 1.14.1 – al tentativo di rimonta del penalizzato Zico, che doveva adeguarsi al secondo posto su Victory Car.
Sara del Fabbro ci ha preso gusto: dopo i primi successi italiani colti a San Siro e quello di mercoledì a Varese, ecco arrivare un primo piano anche al trotto montato, specialità nella quale si era già cimentata a ottobre sempre a Milano con il terzo posto colto con Unuk Bi. E sempre in coppia con l’allievo di Ivan Petronelli, la jockette stavolta ha colpito il bersaglio pieno nel Premio Paris Roc con una interpretazione “diabolica”: secondo dal via dietro Zalshan As, Unuk Bi è scattato in retta incuneandosi tra il battistrada e l’attaccante Ushuaia Bi e ha beffato i due rivali a media di 1.14.2. Terza dal via, Ushuaia Bi aveva mosso al km raggiungendo e impegnando Zalshan ma nei metri finali ha un po’ esaurito lo spunto, risolvendo comunque a proprio favore almeno per il secondo posto la battaglia personale con il portacolori della Scuderia Mistero, anche lui in difficoltà nei metri finali dopo essere andato via a gran ritmo. Zagor Roc ha pagato il percorso esterno calando già a traguardo lontano.
Se il buon giorno si vede dal mattino, l’esordio di Caio Titus Bond (da Varenne e e Petra Axe) nel Premio Equinox Bi è stato eccellente: ritrovatosi in testa sull’errore di Cupido Gso che lo aveva sopravanzato nel lancio, l’allievo di Walter Zanetti si è reso autore di un vigoroso coast to coast a media di 1.14.4, con mezzo miglio finale a passo costante in 59.8 che gli ha permesso di staccare i rivali e fare passerella in retta, regalando il doppio al suo allenatore e ad Andrea Farolfi. Il gruppo ha seguito il battistrada in una ordinata fila indiana, rotta solo nel finale quando Cheyenne Selva, terza dal via, è riuscita a rimontare Corsaro Gams per il secondo posto mentre Cooper dalle retrovie ha recuperato qualche posizione terminando quinto.
La VI eliminatoria del Winter Challenge per i 3 anni era anche la prova valida come TQQ. Subito fuori gara nella giravolta la favorita Holly Molly, ha raddoppiato Alessandro Gocciadoro, stavolta in vesta di catch- driver in sulky ad Hariba: la francese allenata da Cristian Rizzo si è sistemata subito terza, ha mosso sul penultimo rettilineo ritrovandosi senza sforzo al comando sugli errori in rapida sequenza dei rivali che la precedevano, (Berlino e la battistrada Bijou Alter), e una volta in testa non si è fatta avvicinare cogliendo il secondo successo della carriera, a media di 1.16.1. Bentley Ek e Bonjour King Bigi hanno completato il podio della Tris, Bluebell Col e la penalizzata Bellaciao di Gio’ quello di Quarté e Quinté. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password