Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/07/2018 alle ore 19:03

Ippica & equitazione

26/05/2018 | 19:20

Ippodromo Snai San Siro: finisce alla pari la sfida tra Falest e From Me To Me

facebook twitter google pinterest
ippodromo snai san siro

MILANO - All’Ippodromo Snai San Siro, in attesa del qualitativo convegno domenicale in cui risalta il Premio Nogara, e’ stato un sabato che ha proposto agli appassionati un paio di corse di buon livello, prima fra tutte il Premio Brembro, sfida fra i tre anni e gli anziani sui 1000 metri in pista dritta. Sfida intergenerazionale terminata in perfetta parita’ visto che neppure il fotofinish e’ riuscito a separare il vecchio leone Falest e il giovane rampante From Me To Me: il cavallo di Natalino Urracci, con in sella Sergio Urru, a 9 anni ha confermato di essere tornato in piena efficienza e ha corso in prima linea sin dal via, proponendosi in leggero vantaggio ai 200 finali ma subendo il ritorno del portacolori della Razza Latina, training caldissimo di Endo Botti (al secondo centro del pomeriggio) e monta “indiavolata” di Silvano Mulas (anche lui al bis), che non trovando il varco ha spostato il suo allievo lungo lo steccato ai 200 finali proponendo finale ad effetto con cui ha coperto completamente il rivale sul traguardo. Terzo posto per l’altro tre anni The Conqueror, sempre nel vivo; il favorito Bentleysoysterboy si e’ spento presto, non e’ apparso incisivo Ilnassa, mentre Intellectual Boy ha compromesso la sua corsa con un pessimo avvio recuperando comunque bene a centro pista.

Apertura di convegno con il Premio Bormio, una maiden per cavalli di 2 anni sui 1200 metri in dirittura. Autore di un promettente debutto, il favorito L’Imperdibile ha mantenuto le consegne: secondo lungo lo steccato all’interno di Sopran Artemide (tornata in testa nonostante avesse scartato al via), il portacolori della scuderia Blue allenato da Endo Botti e con in sella Luca Maniezzi e’ passato in leggero vantaggio ai 250 finali e pur senza staccare si e’ mantenuto in avanti sino in fondo. Il debuttante Thesan dopo corsa d’attesa e’ finito bene lungo lo steccato rimontando Royal Gunner per il secondo posto.

Una retta d’arrivo a dir poco “movimentata” ha caratterizzato il Premio Camparada, handicap di minima per cavalli di 3 anni sui 2000 metri della pista circolare. Vitality, training di Luigi Jack e monta di Silvano Mulas, e’ avanzata all’esterno in curva ed e’ passata decisa in dirittura sugli ondeggiamenti del gruppo e tanti contatti tra i partecipanti. Milady Naia e’ rimasta estranea alla bagarre e ha sprintato a centro pista terminando al secondo posto davanti a Cima Nera, Poles Apart e Aitherious, tutti invece piu’ o meno vittime di intralci in retta.

Ci hanno preso gusto, Davide Terzuolo e Vimercati, e dopo il successo dell’1 aprile, la coppia e’ tornata a colpire a San Siro nel Premio Giorgio Macchi, prova per cavalieri ed amazzoni sulla distanza dei 1400 metri in pista dritta: acquattato dietro ai primi, il cavallo allenato da Natalino Urracci ha risolto la partita con un allungo ai 400 finali, regalando alla proprietaria Rosalba Molino un successo pieno dopo quello “a meta?” ottenuto da Falest nella corsa precedente. Buon secondo Third Strike, che ha faticato a reperire lo spazio e poi ha seguito le orme del vincitore lungo lo steccato, mente Jak du Lac ha concluso al terzo posto dopo aver figurato costantemente in prima linea.

Ancora cavalieri e amazzoni protagonisti nella finale del Trofeo Agri, sui 1800 metri in pista media: bella vittoria della toscana Mariette, che a San Siro non aveva mai vinto in precedenza e che oggi con in sella Riccardo Belluco in sostituzione del proprietario Federico De Paola, ha dimostrato di essere perfettamente a suo agio sul tracciato lanciandosi all’inseguimento del battistrada Dress Drive per agguantarlo e superarlo ai 200 finali e chiudere li’ la partita. Dress Drive ha conservato il secondo posto, mentre Mission of Peace in graduale recupero ha concluso al terzo posto su Larmor e su Il Lupo e La Luna.

Vincitore all’ultima uscita dopo essere stato molto appoggiato al betting, Catchandrelease si e’ prontamente confermato, sempre con Pasquale Emmanuele in sella, nel Premio Mezzago, handicap sui 1600 metri valido come TQQ del pomeriggio: secondo dal via, in retta il cavallo allenato da Daniela Salerno ha rimontato metro su metro il battistrada Ali’s Legend passando di precisione nelle ultime battute. Sambuca ha corso sui primi e ha fatto suo il terzo posto a intervallo dai primi due, mentre Father And Son e Rumba Star hanno completato gli altri posti validi per il Quinte’.

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Equitazione FEI Nations Cup Italia Falsterbo

Equitazione, FEI Nations Cup: Italia quarta a Falsterbo

17/07/2018 | 13:08 ROMA - Buona prova dell'Italia, a Falsterbo in Svezia, nella sesta tappa del circuito di FEI Nations Cup Europa divisione 1. Gli azzurri hanno chiuso al quarto posto la Coppa delle Nazioni, con 4 penalità al termine delle...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password