Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/10/2018 alle ore 22:15

Ippica & equitazione

10/10/2018 | 20:46

Ippodromo Snai San Siro, è Mario Sanna il mattatore

facebook twitter google pinterest
ippodromo snai san siro

MILANO - All’Ippodromo Snai San Siro protagonista assoluto del convegno del mercoledi’ e’stato Mario Sanna, autore di un triplo di successi tra cui anche la prova piu’ importante del pomeriggio, il Premio Ildo Tellini, handicap sui 2000 metri in pista media per cavalli di 3 anni e oltre riportato con il rientrante Mixology: presentato gia’ in buona condizione da Riccardo Pinzauti, il portacolori della Associazione Promozione Sociale in retta e’ venuto avanti a centro pista in coppia con Admiral Thrawn con il quale si e’ disputato la vittoria nell’ultimo furlong, riuscendo a liberarsi dalla morsa del rivale negli ultimi metri. Admiral Thrawn ha confermato l’eccellente momento di forma anche in questa prima uscita contro gli anziani, mentre per il terzo posto sono terminati in linea Americanism e il generoso Colpo Basso (dal via ai lati del battistrada Private Dancer), con il primo prevalente in fotografia.

La suite di vittorie di Mario Sanna aveva preso il via nel Premio Redorta, l’handicap sui 2400 metri della pista circolare per cavalli di 3 anni e oltre. Nella preferita tattica d’avanguardia, il jockey sardo ha fatto bene i conti in sella ad Idroscalo: il cavallo di Valeria Toccolini ha allungato deciso appena in retta, prendendo un buon margine che ha poi difeso con i denti nei 100 finali, quando la fatica si e’ fatta sentire: Amelin e Zurbaran gli sono piombati addosso nelle ultime battute ma Idroscalo ha salvato un minimo vantaggio sui due rivali, terminati nell’ordine. Poco incisivo la favorita Kelvin Hall.

Pronto bis nella terza eliminatoria del circuito NBF Lanes Classic, handicap sui 2000 metri in pista media. Aveva da farsi perdonare qualcosa per la tattica troppo frettolosa dell’ultima uscita, e stavolta Mariolino Sanna e’ stato freddo e anche fortunato, avanzando all’interno in retta e attendendo che il varco si aprisse: cosa avvenuta ai 250 finali, e cosi’ la cavalla di Raffaele Biondi ha piazzato l’allungo rubando il tempo a Lunastorta, che e’ finita forte a centro pista. Ennesimo piazzamento per la regolarissima Puntuale, al terzo posto su Un Bluffeur che ha corso in prima linea sin dal via ai lati della battistrada Thunder Light.

Nonostante fosse al rientro da aprile, Dorian Grey ha colpito duro nel Premio Giancarlo Confalonieri, l’handicap sui 1700 metri in pista media riservato ai cavalieri e alle amazzoni: la corsa ha avuto una accelerazione sulla piegata quando il battistrada Larmor e’ stato costretto ad allungare sull’attacco deciso di Fragore, i due seguiti da vicino da Recife: quest’ultimo, sul calo dei duellanti, ha provato a giocare d’anticipo sul gruppo, ma il grigio di casa Lupinacci, con la brava Anna in sella per il training della sorella Lucia, e’ venuto avanti con bel passo e nei 200 finali e’ passato di slancio. Recife e’ rimasto secondo su Redinger, autore del solito finalone dall’ultima posizione sfruttando un varco lungo lo steccato. Poi Bakelor, con percorso non troppo pulito, e il generoso Larmor.

Lost Angel ha superato l’esame dei 1400 metri di San Siro in pista dritta (che affrontava per la prima volta) siglando con bel piglio il Premio Tanaro: tonico nelle mani di Silvano Mulas, il cavallo allenato da Bruno Grizzetti ha corso costantemente nelle prime posizioni, poi ai 400 finali ha rotto gli indugi passando in vantaggio e producendosi in una bella progressione con cui ha tenuto in rispetto i tentativi di Such A Fool e Love Emperor, gli unici in grado di tenerne il passo. La rientrante Ipazia ha preceduto il resto del gruppo, dal quale non si e’ mai fatta notare l’attesa Oakville.

Chiusura di pomeriggio all’Ippodromo Snai San Siro con la terza eliminatoria del circuito NBF Lanes Mile, handicap sui 1600 metri in pista media per cavalli di 3 anni e oltre. Con un percorso di testa in perfetto stile “Fabio Branca”, Dress Drive ha saputo tener botta ad un grintosissimo Surbett, sin al via ai suoi lati: dopo una prima frazione tranquilla, i due si sono staccati in retta in un acceso testa a testa, con il cavallo di Marinella Arienti che ha saputo stringere i denti e sul traguardo ha mantenuto un minimo vantaggio sul rivale. Altrettanto accesa la lotta per il terzo posto che ha visto prevalere Time Sky su Brillante Blu. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password