Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 29/07/2021 alle ore 20:49

Ippica & equitazione

18/03/2021 | 17:25

Ippodromo San Siro, Angel Spring punta il Gp Bottanelli

facebook twitter pinterest
ippodromo snai san siro

ROMA - Fine settimana ricco all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano. A partire da sabato 20, si legge su IppodromiSnai.it, con un programma competitivo grazie alla serie di handicap. Apertura di giornata con le amazzoni e il cavalieri per il Premio Il Cavallo e L’Uomo – Gp Bottanelli mentre nella seconda parte della riunione il Premio Macherio e il Premio Missaglia. 


PRIMA CORSA – PREMIO IL CAVALLO E L’UOMO – GP BOTTANELLI

Avvio di programma con le amazzoni e i cavalieri con il Premio Il Cavallo e L’Uomo, tradizionale primo appuntamento riservato agli amatori sui 1.800 metri, dove il voto è tutto per Angel Spring, che nonostante il top weight non particolarmente agevole, si trova di fronte ad un compito alla portata scendendo di categoria. Larmor deve fare i conti con il rientro, ma è un altro che abbassa il tiro, ma questa è una prova dove contano in tantissimi, come Haughmond, Gran Pierino, Hearfield, giusto per citarne alcuni.

SECONDA CORSA – PREMIO OGGIONO

Distanza più corta rispetto alla prova di apertura per questo handicap di categoria ordinaria sui 1.500 metri di pista circolare per gli anziani. SharkAttack paga al peso la vittoria da cui si presenta e lo steccato esterno gli complicherà la vita, ma ha tutte le potenzialità che servono per ovviare a queste problematiche, senza contare la forma top del training. Ida Chicken non sta sbagliando niente nel periodo e farà la sua parte, anche se la minaccia più intrigante può arrivare da Vento Caldo, che debutta in perizia dopo aver proposto una prestazione in deciso progresso. Clarmont e Downsizing sono altri due con forma impeccabile e con possibilità conseguenti.

TERZA CORSA – PREMIO STAFFORA

Entrano in scena i velocisti, che hanno a disposizione un handicap dello stesso livello del precedente sulla distanza minima aperto anche ai 3 anni. La forma generale è addirittura sopra la media della categoria, ma questo non sarebbe un problema per Onnessa De Nurra, capace di mettersi in luce in contesti anche più selettivi di questo e serenamente in grado di chiudere i conti a patto di una condizione quanto meno dignitosa. Un dato questo che non riguarda i vari Tekedici, Impressive, Some Other Time, Idreamcanfly, tutti reduci da un inverno produttivo, e non riguarda tantomeno l’ospiti Al Kibir, davvero molto convincente nel suo successo più recente.

QUARTA CORSA – PREMIO NOVA MILANESE

La categoria non cambia, ma ora tocca agli anziani che vogliono più distanza, passando al doppio chilometro della pista circolare. Anche qui le candidature abbondano, tutte suffragate da un buon rendimento, con una possibile nomination per Voluntary, che pare avere tutte le cose al posto giusto per tornare a segno e che verrà certamente avanti dopo la promettente ricomparsa. Ostentation e Burla Dei Grif, tra loro inseparabili, sono lo zoccolo duro dell’opposizione, tra le cui fila troviamo La Grande Assente e Katsumoto, due soggetti in possibile crescita come Nathan Mistery e Gung Jo e il rientrante King Winnie, pericolosissimo se già pronto.

QUINTA CORSA – PREMIO MACHERIO

L’ultima parte del pomeriggio è riservata ai 3 anni, con un paio di handicap di discreta categoria, il primo dei quali è sui 2.000 metri di pista circolare. Alla vigilia non si può andare contro Amazing Lady, che aveva chiuso la stagione scorsa surclassando in lungo e in largo gli avversari, addirittura più forti in linea teorica, e con logiche aspettative di replica, nonostante le incognite del rientro. Chi non ci crede non ha che l’imbarazzo della scelta, visto che la gente brutta e cattiva non manca di certo, a cominciare da Isabel Di Breme, che guadagna tanti chili alla stessa Amazing Lady, e Global Hero e Full Lucky, per continuare con tutti i piazzati assetati di rivincita, come Sister Night, Careser, Margaut e Jacaranda.

SESTA CORSA – PREMIO MISSAGLIA

Il sabato all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo si chiude con il Quinté, un handicap sempre per i 3 anni, di pari categoria rispetto al precedente ma qui sul miglio della pista circolare. Innanzitutto ci sono ben quattro elementi che arrivano da una vittoria, My Next Guest, September Morn, Ladyhawe e Born To Dare, citati in un sottilissimo ordine di preferenza, ma, puntando ad una quota bella paciariotta, si può provare con Ariadeno, che a 2 anni aveva fatto intravedere qualcosa di meglio di questa categoria, nella speranza che non debba pagare un dazio troppo salato al rientro. Apple Jack dal canto suo arriva da una serie infinita di secondi posti e se la meriterebbe, mentre Il Ginodellecacce scende di livello e Frozen Night è la più velenosa tra i pesi bassi.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password