Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/04/2021 alle ore 20:06

Ippica & equitazione

06/04/2021 | 15:10

Ippodromo Snai San Siro, mercoledì sette prove tra piano e ostacoli

facebook twitter pinterest
ippodromo snai san siro

ROMA -  È in programma mercoledì 7 aprile l'11^ giornata stagionale di corse all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo. Il pomeriggio, si legge su IppodromiSnai.it, inizierà alle 14 e prevede sette prove tra piano e ostacoli.

PRIMA CORSA – PREMIO ORTISEI

I saltatori aprono la giornata con un handicap per gli anziani in steeple chase sui 3.600 metri. Impossibile immaginare un tasso di competitività più elevato di questo, con Avestan in lieve nomination certamente sulla scorta della piazza d’onore in listed a Treviso, ma anche pensando al suo valido piazzamento lo scorso anno nello Staffe d’Oro su questo tracciato. Let It Go Papa è finito in linea nel recente comune ingaggio e insieme al compagno Aventus saranno pronti a dar battaglia, con Meisho Konogh e Dorian Tango a loro volta in piena corsa.

SECONDA CORSA – PREMIO MADESIMO

Restano in azione gli anziani, ma si passa sulle siepi per una prova a vendere sui 3.200 metri che di vendere ha solo il nome visto il campo partenti e la forma generale a prova di bomba. Il vecchio Chicago è ancora quello da battere per tutti nonostante il periodo di inattività e soprattutto nonostante i chili che deve rendere a due interessanti recenti vincitori come Hades e Precision Prince, ovviamente molto agguerriti dal canto loro. Possibilità altrettanto concrete le possiede Chateaudemalmaison che ci sta girando attorno, con lo stesso Full Bore che può dire la sua.

TERZA CORSA – PREMIO PIERO PIRELLI

Si entra nel vivo del pomeriggio con il Piero Pirelli, storica prova di avvicinamento alla Corsa Siepi dei 4 Anni sui 3.600 metri. In effetti è un piccolo gran premio, dove si vedono il secondo e il terzo del Berlingieri 2020, Ever Soleado e Theresie, il runner-up del recente Criterium d’Inverno Pourquoipas Robert, quella No Profit che ha davvero convinto nel suo recente successo in progresso su questa pista, e si rivede subito Big City, il vincitore del Corona Ferrea, che oltre ad una condizione che non ha bisogno di test, può mettere in campo un’impressione piena zeppa di fascino, senza contare il vantaggio che avrà acquisito dopo l’esperienza della corsa.

QUARTA CORSA – PREMIO CELESTE CITTERIO

La parte riservata agli ostacoli si chiude in bellezza con il Celeste Citterio, appuntamento di tradizione per gli anziani sui 3.600 metri in vista della Gran Corsa Siepi. La candidatura più convincente è ancora quella di Laldann, efficace in tutte le specialità sui salti, regolarissimo e con forma certificata: poco altro da dire. Chaparral Prince è rientrato bene e sull’auspicabile passo avanti dopo il rodaggio sarà un avversario assai insidioso, e lo sarebbe anche Dunque se fosse già in una condizione sufficientemente avanzata. Anche gli altri quattro hanno fondati motivi per potersi mettere in luce.  

QUINTA CORSA – PREMIO ARBOGNA

La parte di programma in piano parte con una reclamare per i 3 anni sui 1.200 metri in dirittura. Ai fini delle scommesse è senza dubbio molto solida la scuderia formata da Bias Power e Donna, entrambe con chance singole molto serie, ma con la prima preferita non tanto perché si declassa, quanto per la forma già ben rodata. Freek Falk non deve dimostrare niente a nessuno e farà la sua parte, e se Sopran Sharon può tornare in auge abbassando il tiro, Lightnevergoesout e Polastri sono le due sorprese non impossibili da non sottovalutare.

SESTA CORSA – PREMIO ALESSANDRO SAMBRUNA

Come sempre di buonissimo spessore tecnico il Sambruna, tradizionale handicap per i velocisti di 3 anni sui 1.200 metri. Pole position dichiarata per l’ospite romano Agenore, che ha mancato di poco il successo ad un livello analogo su distanza limite e pertanto in grado di settare uno standard bello tosto accorciando di un furlong. Damble ne avrebbe voluto ancora uno in meno, ma non gli mancano i mezzi per rendersi pericolosissimo lo stesso, esattamente come Cayodama e Zaltron, belli tonici nel periodo. Prince Of Braccio debutta in handicap e si rispetta, con Nuit Silencieuse stuzzicante in versione velocista.  

SETTIMA CORSA – PREMIO MADONNINO

Il mercoledì di San Siro si chiude con un handicap di discreta categoria per i fondisti anziani sul miglio e mezzo di pista grande. Bella corsa, incerta e con una forma generale impeccabile, con una leggera preferenza per Nayleaf, appena rientrato ottimamente in categoria superiore e proveniente da un team che ha colpito tre volte nel weekend di Pasqua. Anche Better Day arriva da una serie di prestazioni valide, anche contro avversari più forti, e sarà tra i più attesi, con Shamando e Secret Mountain che al contrario alzano leggermente il livello ma dopo aver mostrato di essere ben intonati. Solitary Love e Sfursatt seguono nella valutazione.


RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password