Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/09/2021 alle ore 20:34

Ippica & equitazione

27/05/2021 | 17:53

Ippodromo Snai San Siro, sabato "caldo" con il Premio Vaso Tartaro

facebook twitter pinterest
ippodromo snai san siro premio vaso tartaro

ROMA - Il Fine settimana di corse all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano inizierà sabato 29 maggio dalle ore 14.40. Un pomeriggio, si legge su IppodromiSnai.it, con una programmazione molto “calda” in cui emerge il Premio Vaso Tartaro nelle sei prove in pista.

PRIMA CORSA – PREMIO LOS CARDOS

Apertura alla grande con il Premio Los Cardos, tradizionale ed ambitissimo handicap di ottimo spessore per le amazzoni e i cavalieri sui 1.000 mt in dirittura. Non c’è che l’imbarazzo della scelta, ma se Mister Buzzword decidesse di impegnarsi al suo massimo, la chance migliore sarebbe la sua, con il numero del Po che sta lì a testimoniarlo. Gran Pierino e Solfeggio sono finiti primo e seconda nella prova di rodaggio, mentre Allocco aveva impressionato a sua volta sulla pista e la distanza. Tempus Igganadu, Big Riot, Agramante e Biz Honor sono altri serissimi papabili.

SECONDA CORSA – PREMIO BORMIO

Si resta in pista dritta ma si accorcia sui 1.200 metri per questa maiden per i 2 anni molto interessante. Innanzitutto andrà monitorato il mercato per gli inediti, tra i quali intriga molto Mohawk Warrior, che nasce bene e proviene da un training sempre molto puntuale con i propri puledri, ma su quello che si è già visto, non sarà facile scegliere tra Ghepardo da Todi e Mamma Ines, con quest’ultima che si è mostrata più verde e con la vincitrice della sua corsa che è arrivata poi seconda in listed a corroborare la linea, ma con il primo che ha convinto molto per la solidità della sua prestazione e per la attitudine già ben delineata, meritandosi quindi una lieve preferenza.

TERZA CORSA – PREMIO ASTREA

Tocca alle femmine di 3 anni, che possono contare su questo handicap di buona categoria sui 1.800 metri di pista circolare. Senza inventare niente si segue il tentativo di bis di Amazing Lady, che ha appena colpito in categoria superiore contro i maschi, ma soprattutto fornendo la chiara sensazione di poter reggere la penalità al peso che deve ora scontare. La toscana Calandra sta attraversando un periodo ottimo e capeggia l’opposizione, che annovera tra le sue fila Sonova Beach, la cui ultima non fa testo, Sister Night, molto regolare ed efficace anche su questa distanza, Beautiful LIoness, velenosa in fondo alla perizia, e Tumiturbi, che deve riscattare una prova sottotono.

QUARTA CORSA – PREMIO STRONE

Sempre i giovani di 3 anni in azione, con questo handicap di buon livello sui 1.400 metri in dirittura. Il contesto è perfetto per cercare una soluzione col botto, magari seguendo l’ospite I Want Nobody, da attendersi in progresso dal rientro e stuzzicante su questo particolare tracciato, nella speranza che abbia acquisito un filo di cattiveria in più. Mister B invece è un’opzione meno rischiosa e può essere una base solida, con i toscani Half Juky, Cayodama e Riviera subito a ruota con la forma altrettanto valida. Borntodare dal canto suo ha vinto due delle ultime tre ed è in piena fase di crescita, mente Aulo Plauzio torna sullo scenario in cui ha prodotto la miglior prestazione della carriera.

QUINTA CORSA – PREMIO VASO TARTARO

Eccoci alla corsa di maggior rilievo tecnico del giorno, l’Handicap Limitato per i velocisti di 3 anni ed oltre sui 1.200 metri. Protagonisti quanto mai degni della categoria, e non si può andare contro Bloody Love, che avrà pure un top weight pesante, ma che arriva nel miglior momento della carriera. Atacama è la prima rivale dopo un’ultima apparizione in cui le andato tutto male, ma dove ha mostrato di essere molto tonica, mentre Siculi conterebbe tantissimo se dovesse ritrovare il suo standard più elevato. Non vanno affatto trascurati poi i vari Ovvio, Stealth Mode e Affirmative Replay, tutti in forma, esattamente come Mitrandir e Storm Part, sorprese non impossibili.   

SESTA CORSA – PREMIO TREGASIO

L’intenso sabato milanese all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo si chiude con un handicap per i fondisti di 3 anni ed oltre di discreta categoria sul miglio e mezzo allungato di pista circolare. Chi pensa che campo meno numeroso rende la corsa di facile lettura si sbaglia di grosso, perché pure qui abbondano i candidati, tra cui certamente Shamando, che si è subito rimesso in carreggiata dopo aver steccato il Bocconi con una piazza d’onore di gran pregio in una compagnia di qualità superiore. Fra Drago invece arriva da un successo tanto a sorpresa quanto dirompente che può certamente replicare, con i compagni di allenamento Ceraunavolta e Giorgius a loro volta in piena bagarre. Il tutto senza dimenticare Amica Mia, Solitary Love e Secret Mountain, pure loro in caccia di risalto.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password