Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/08/2019 alle ore 18:22

Ippica & equitazione

22/05/2019 | 17:02

Piazza di Siena, presentati gli azzurri nella Galleria di Arte Moderna e Contemporanea Di Paola (Fise): “Sempre più stretto il legame fra il concorso ippico e i tesori di Roma”

facebook twitter google pinterest
piazza di Siena presentazione roma

ROMA - «L'incontro di oggi fa parte a pieno titolo della nuova visione di Piazza di Siena: fare in modo che il concorso ippico coinvolga sempre di più il patrimonio storico e culturale di Roma. Ringrazio il Comune di Roma per il suo appoggio e credo che questa formula organizzativa che vede fianco a fianco Sport e Salute e Fise possa dare ottimi frutti anche in futuro». Lo ha detto Marco Di Paola, presidente della Federazione Italiana Sport Equestri nel corso della conferenza stampa tenuta nel primo pomeriggio alla Galleria di Arte Moderna e Contemporanea di Roma, in vista del programma di gare, che partiranno domani e si concluderanno domenica prossima. In effetti la presenza dei cavalieri azzurri di Piazza di Siena nelle sale della Galleria rende immediatamente percepibile la mission dichiarata nelle settimane scorse da Fise e Sport e Salute, che organizzano congiuntamente l'evento: proiettare il concorso ippico nella città, facendone il cuore di un affresco in movimento che da Villa Borghese si apre ad alcuni dei luoghi simbolo della cultura e del costume romano. Così, se a via Condotti domenica scorsa si è tenuta la sfilata dei cavalieri del torneo di Polo, oggi Piazza di Siena si ritrova nelle suggestioni artistiche del grande palazzo di Valle Giulia, ultimato nel 1911 in occasione del 50° anniversario dell'Unità d'Italia. 

«Quando mi è stata proposta questa collaborazione con Piazza di Siena, ho subito pensato a una possibile chiave per legare la Galleria all'evento – ha spiegato la direttrice Cristiana Collu – Così, mi è venuto in mente “polvere polvere polvere”, il progetto di Carolina Saquel che racconta proprio il cavallo, visto in uno stadio primordiale. Per realizzare il suo progetto, Carolina è andata all’Ardia di San Costantino, la corsa che si tiene ogni anno nel mese di luglio a Sedilo, nel centro della Sardegna. Nella polvere che sollevano i cavalli, è intrappolata tutta l'energia che si sprigiona anche a Piazza di Siena». Da oggi fino al 2 le installazioni dell'artista cilena - video di medie e grandi dimensioni, tra cui trittici, dittici e film, posti a parete o sul pavimento – saranno esposte nelle sale della Galleria. «Si tratta di una ricerca plastica – ha aggiunto la Saquel, che ha realizzato il suo progetto montando piccole telecamere direttamente sui cavalli – da cui scaturisce un'immagine inusuale di questi animali». «Ho notato – ha aggiunto la Collu – che nel lavoro di Carolina, a differenza di Piazza di Siena, a cavallo ci sono solo uomini. Le donne si occupano solo della preparazione della corsa, ma in definitiva sono loro le depositarie del rituale».

MF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password