Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/12/2018 alle ore 08:30

Ippica & equitazione

26/02/2018 | 09:15

Ippica: all’Ippodromo SNAI La Maura, Vogue di Poggio domina

facebook twitter google pinterest
snai ippica

MILANO - All’Ippodromo SNAI La Maura di Milano ultimo convegno del trotto domenicale dato che da marzo, con l’imminente riapertura del galoppo all’Ippodromo SNAI San Siro, si correrà solo il venerdi’. Giornata molto fredda ma con un bel programma composto da sette corse in cui
spicca la prova tecnicamente più interessante, ovvero il Premio Toss Out nella seconda corsa, un handicap sui 1650 metri per cavalli di 3 anni. Poco convincente in sgambatura, Vogue di Poggio si e’ trasformata in un “soldatino” in corsa e ha dominato in lungo e in largo i coetanei. Le modifiche all’assetto apportate da Alessandro Gocciadoro hanno evidentemente funzionato, la figlia di Love You e’ sfilata in breve al comando e si e’ esibita in un percorso “a tutto gas” (43”9 i 600 iniziali, km in 1’13”9, media di 1’15”8) imponendosi
con nettissimo margine sulla penalizzata Vermeil As, passata seconda sull’errore sull’ultima curva di Vi Prav, mentre Visa di Casei ha vinto il testa a testa per il terzo posto con Valdest.
Non ha deluso il netto favorito City Guide nella prova di apertura, Premio Cruise Team, protagonisti naturalmente i tre anni sui 2250 metri: il puledro di Jean Pierre Dubois ha rimediato una corsa che si era complicata dopo un paio di scelte non proprio felici del suo interprete, che si e’ fatto anticipare dopo 800 metri da Zerozerosette Vl e ha poi optato per restare in corda sul penultimo rettilineo, col risultato di ritrovarsi ancora ultimo “blindato” ai 400 finali. City Guide ha trovato la destra libera al termine della piegata e gli e’ bastato produrre lo scatto in retta per mettere a posto le cose, imponendosi a media di
1’17”7 a dimostrazione di una netta superiorità sui rivali di giornata. Zos Slide Sm ha piegato il coraggioso battistrada Zertor per il secondo posto.
Gentlemen in sediolo a cavalli di 3 anni a reclamare nel Premio Flawless Bluestone: il netto favorito Vulcanus Etoile ha potuto usufruire di svolgimento perfetto, in seconda posizione dietro Vesper Ferm che ai 500 finali ha esaurito il suo ruolo di lepre, e a quel punto il cavallo di Lorenzo Baldi guidato da Filippino Monti lo ha liquidato facilmente e si e’ involato verso il traguardo, inseguito da Valeriass che si e’ dovuta
adeguare alla piazza d’onore, mentre piu’ indietro l’esausto Vesper Ferm ha concluso al terzo posto per mancanza di rivali.
Ritorno al successo per Painkiller Va nel Premio Chipmate, una prova sui 1650 metri per soggetti di cat. G: il 9 anni allenato e guidato da Lorenzo Besana non vinceva da dicembre 2015, qui ha sfruttato a dovere l’ottimo treno imposto dalla battistrada Sveva del Ronco per spostare in retta e prendere la meglio, a media di 1’14”9. Sveva del Ronco (al rientro) in retta ha accusato la fatica e ha ceduto anche il secondo posto a Tuono di Grana, tornato bene nel mezzo giro finale insieme a Rene’ D’Orio (quarto a ridosso).
Una volta tanto, e’ stato Jean Pierre Dubois a fare il… Gocciadoro siglando anche l’altra prova del pomeriggio riservata ai tre anni, Premio Foreign Waters: con l’errore iniziale di Zenio e i problemi di andatura di Zar Fks, saltato via appena ha provato a forzare, la corsa sembrava essersi messa in discesa per Laurel Park, sfilato sull’alleato Park View e poi in grado di percorrere un primo chilometro tranquillo (sul piede dell’1’19”), ma nel mezzo giro finale l’ottimo Zabul Fi ha impegnato seriamente il figlio di Love You, che solo nel finale e’ riuscito a rientrare al rivale svettando a media di 1’16”3, mentre piu’ indietro Zaffiro Roc ha vinto il testa a testa con Park View per il terzo posto.
Con un finale degno del suo nome, Uragan Kronos ha travolto i rivali nel Premio Reel Fish, prova sui 1650 metri per cavalli di cat. E: chiuso in corda a centro gruppo, il cavallo allenato da Pippo Gubellini e guidato da Alessandro Gocciadoro ha trovato da correre soltanto a meta’ dell’ultima curva, ma il cambio di marcia prodotto e’ stato impressionante e gia’ ai 150 finali la pratica era chiusa. Tatanka Cup ha guidato dal via ma ha avuto poco da opporre allo strapotere del rivale, mentre l’appostato Osio ha salvato il terzo posto da
Ulrike del Ronco.
La prova piu’ ricca del pomeriggio era il Premio Zack Real, “maratonina” sui 2700 metri a resa di metri per cavalli di cat. B/C/D/E/F con i gentlemen in sediolo. Running Allmar ha colto partenza volante dal terzo nastro sfilando in breve al comando, e cosi’ per la favorita Rossella Ross, costretta a muovere subito all’esterno per non lasciare spazio al rivale, la corsa si e’ messa in salita: sull’ultima curva infatti la cavalla di Andrea Guzzinati ha alzato bandiera bianca, Running Allmar ha allungato secco ma negli ultimi metri è stato preda dell’ottimo finish di Ravel Ek, rivisto al top con il proprietario Fabio Marchino in cabina di regia. Terzo posto per l’outsider Unlight Grif.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Ippica Royal Mares Agnano BetFlag

Ippica, Royal Mares ad Agnano: Trendy Ok la favorita su BetFlag

07/12/2018 | 15:25 ROMA - Non solo GP Mipaaft nella domenica di Napoli. Ad Agnano va in scena anche il Royal Mares (euro 88.000, metri 1600) tradizionale appuntamento invernale, ora di Gruppo II, riservato alle femmine anziane. In undici dietro le ali...

Ippica Betflag

Ippica, Betflag: a Napoli le finali del Gran Premio Mipaaf

07/12/2018 | 10:55 ROMA - Napoli protagonista della domenica di trotto complice le finali del Gran Premio Mipaaft (Euro 440.000, metri 1600), Open e Filly di Gruppo 1 riservate ai 2 anni. OPEN - Le prove eliminatorie - si legge in una nota di BetFlag...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password