Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/09/2018 alle ore 19:03

Lotteria Italia

07/09/2018 | 10:36

Lotteria Italia, unico gioco “salvato” dal divieto di spot

facebook twitter google pinterest
Lotteria Italia

ROMA - Unica lotteria a estrazione differita rimasta e unico gioco su cui sarà possibile fare ancora pubblicità, fatti salvi i contratti in essere: la Lotteria Italia, che nel corso degli anni è rimasta l’ultima esponente fra quelle a “estrazione differita”, è stata “salvata” dal divieto alle pubblicità di gioco introdotto dal Decreto Dignità.

Altra “esenzione” per la Lotteria Italia è quella per la tassa sulla fortuna, il prelievo del 12% sulla parte di vincita eccedente i 500 euro, ma in questo caso sono esentate anche scommesse, poker e casino’ online, bingo e slot machine (per quest’ultime la vincita non può mai superare i 100 euro).

Lo scorso anno le vendite della Lotteria Italia sono state di 8,6 milioni di tagliandi (per un incasso da 43 milioni di euro) in calo del 2,28% rispetto all’edizione precedente, con il Lazio che si è confermato come prima regione per vendite (1,6 milioni di tagliandi), seguito da Lombardia (1,4 milioni), Emilia Romagna (830 mila) e Campania (743mila). Quello dello scorso anno è stato comunque il terzo miglior risultato dal 2011: in quell’edizione i tagliandi staccati furono 9,6 milioni (in calo del 17,2% rispetto all’edizione precedente), scesi poi a 8 milioni nel 2012 (-16%), a 6,9 milioni nel 2013 (-13,3%), per poi assestarsi a 7,6 milioni nel 2014. Tre anni fa i tagliandi staccati sono stati 8,7 milioni (+13%), mentre nel 2016 arrivarono a 8,8 milioni (+1,3%).

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password