Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/10/2019 alle ore 09:00

Simbolotto

18/07/2019 | 08:40

Simbolotto, Di Feo (Amm. Giochi24): “Nuovo gioco che unisce tradizione e innovazione, presto sarà anche online”

facebook twitter google pinterest
Simbolotto Di Feo Giochi24 gioco

ROMA - «Un'idea simpatica, una novità gratuita, per rinfrescare il gioco del Lotto che ha una grandissima tradizione ed è pressoché incontaminato dalla ludopatia». Paolo Di Feo, amministratore e proprietario di Giochi24, operatore indipendente specializzato in lotterie, commenta così l'arrivo di Simbolotto, nuova formula di gioco gratuita e complementare al Gioco del Lotto, disponibile da oggi. Questa nuova opzione di gioco, costituita da una combinazione casuale di 5 numeri/simboli/nomi su 45 disponibili, automaticamente abbinata ad ogni giocata al Lotto, «unisce il fascino della estrazione del Lotto, con le Ruote che rappresentano le città, a dei simboli: siamo nell’era di Instagram e ormai si parla per immagini. Ovviamente su www.giochi24.it saremo i primi a proporlo appena possibile», ha aggiunto Di Feo.
Il lancio di un nuovo gioco rappresenta qualcosa di «importante» in un momento come questo, ha detto ancora l'amministratore di Giochi24. «E' importante che lo Stato contrasti la concorrenza illegale e l’unico modo per farlo su internet è innovare l’offerta legale. L’offerta italiana di lotterie, anche se aiutata dal Jackpot del Superenalotto, è ancora poca cosa rispetto a quello che si può trovare sui siti internazionali - ha spiegato Di Feo - Lottoland, di cui Giochi24 fa parte, ha l’offerta più ampia al mondo, dove ogni giorno si possono vincere 20 milioni al gratta e vinci e sono stati vinti e pagati 90 milioni ad un gioco proprietario, entrando nel Guinness dei primati, e ha bloccato ogni accesso ai suoi siti. Questa scelta permette alle lotterie italiane di essere ancora competitive. Ma se non si ragionerà meglio sul decreto dignità, a breve altri siti illegali arriveranno sul mercato e la normativa, essendo limitata a siti italiani, non potrà fermarli». Innovazione e liberalizzazione, dunque, sono gli ingredienti per andare avanti, ha concluso Di Feo: «sempre restando entro i confini del controllo e rispettando le legittime prerogative del concessionario unico e dello Stato. Ne guadagnerebbero tutti».
SA/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password