Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/08/2022 alle ore 20:33

Piazza di Siena

29/05/2022 | 14:10

Italia Polo Challenge: quattro giorni di sold out, il polo diventa pop: "Così siamo entrati nel cuore di Roma"

facebook twitter pinterest
Italia Polo Challenge: Quattro giorni di sold out il polo diventa pop: «Così siamo entrati nel cuore di Roma»

ROMA - Il polo è diventato pop. Lo dicono i numeri della tappa romana dell'Italia Polo Challenge, che si è chiusa ieri sera al Galoppatoio di Villa Borghese, uno dei due teatri dell'89° CSIO di Piazza di Siena. Per la finale tra US Polo Assn. e Harpa Pure c'erano quasi 1.000 spettatori sulle tribune a seguire l'atto conclusivo di una delle tappe del circuito organizzato da IPC, Fise e Sport & Salute, iniziato in inverno a Cortina (si giocava sul campo innevato) e che proseguirà dal 28 luglio al 2 luglio a Porto Cervo. Per molti, quello di Villa Borghese è stato il primo contatto con il polo, in una location d'eccezione nel cuore della Capitale e con le regole dell'Arena Polo che vanno proprio nella direzione di avvicinare nuovi appassionati a questa disciplina: campo ridotto, squadre formate da soli tre giocatori, 4 chukker (tempi) da 5 minuti di gioco effettivo e una riduzione dei costi di trasporto e cura dei cavalli che rende l'arena polo uno sport sostenibile, uno dei concetti su cui si basa l'intera vision di Piazza di Siena. Alessandro Giachetti capo del dipartimento Polo della Fise, spiega il successo della tappa romana: «Il sold out di questi giorni è la prova di quanto stia crescendo l'interesse per il nostro sport, grazie al lavoro di squadra del dipartimento,  del segretario Simone Perillo, il consigliere Maria Grazia Cecchini e dell'arbitro e tecnico federale Franco Piazza».  «L'Italia Polo Challenge nasce per promuovere questo sport e le tribune del galoppatoio e le aree di ristoro piene di gente, danno un senso al nostro lavoro e cioè far conoscere sempre di più il polo in tutta Europa - ha aggiunto l'italo argentino Patricio Rattagan, co-organizzatore dell'evento – e l'idea di organizzare il torneo assieme allo spettacolo del salto ostacoli qui a Piazza di Siena secondo me è vincente, perchè gli eventi nel centro delle grandi città come Roma avvicinano la gente». Bambini compresi, visto che a Piazza di Siena si è disputata anche una tappa della Coppa Italia di polo pony dedicata ai più piccoli.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password