Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/11/2017 alle ore 19:07

Poker & Casinò

05/06/2017 | 10:22

The Poker One by Stanleybet: a Nova Gorica va in scena la vittoria Gentile

facebook twitter google pinterest
 Poker One by Stanleybet gentile

ROMA - Il Final Day del Main Event The Poker One by Stanleybet arriva alla conclusione dopo le ultime 13 intensissime ore, alla fine delle quali a spuntarla è il ventiseienne catanese Mattia Gentile. Per lui un torneo cominciato in salita, senza un feeling particolare, come lui stesso ha dichiarato dopo la vittoria. Eppure, giorno dopo giorno, ora dopo ora, il suo stack “continuava a crescere, mentre gli avversari in gioco diminuivano”. È successo così anche oggi, quando si è ritrovato tra i nove finalisti addirittura da chipleader. 

Sempre tranquillo, sempre composto al tavolo, non ha sbagliato praticamente nulla, neppure quando, arrivate alle battute finali, avrebbe potuto rilassarsi dopo aver definito un deal alla pari con il secondo classificato, Giovanni Emanuele Palma. Entrambi hanno conquistato 50.000 Euro - il payout ne prevedeva 60mila al primo e 40 al secondo - ma la voglia di conquistare il primo gradino del podio e il trofeo era troppa, perché “del secondo non si ricorda mai nessuno”, ha commentato ai microfoni dell'organizzazione. E alla fine ha dedicato la vittoria ai suoi amici, che sono stati il suo supporto in questi quattro intensissimi giorni.

Primo eliminato della giornata, dopo poche mani, è stato il calabrese Cosimo Chiaradia, uno dei tre corti al tavolo. Dopo è toccato a Vincenzo Bortone, pensionato che oggi si gode figli e nipoti, dilettandosi ogni tanto in qualche partita a carte: sicuramente avrà da comprare un po' di regalini per la famiglia con i 5.550 euro vinti oggi. In settima posizione Alessandro Rizzi, da Grosio in provincia di Sondrio. Anche lui al primo live, al tavolo finale non ha praticamente avuto la possibilità di giocare: rimasto corto, alla prima mano utili ha provato a raddoppiare, senza fortuna.

Un Final Table con diversi giocatori storici di ottimo spessore, come Manuel Coppola, Enzo Tommasone e Mattia Nicchetto. Tuttavia, nessuno di questi ha potuto esprimere il proprio gioco migliore, prima per l'assenza di carte che consentissero discreti margini d'azione, successivamente perché lo stack si era ridotto all'osso. 

Arturo La Brocca, player salernitano che aveva cominciato il Final Day da chipleader, è arrivato al tavolo finale con 4 milioni di chips, stack di tutto rispetto. Si è dimostrato un giocatore molto sensato, ma a un certo punto ha avuto alcuni minuti di black-out che hanno pesato sulla sua tenuta mentale, condannandolo all'eliminazione dopo che era riuscito a risalire in maniera incredibile, portandosi alla pari con gli altri due. Tutto sommato, chiudere in terza posizione al primo ITM della propria carriera da 'torneista' non è affatto una brutta consolazione. E può essere un ottimo punto di partenza.

Questo il payout del Final Table:

1 MATTIA GENTILE - € 50.000
2 GIOVANNI EMANUELE PALMA - € 50.000
3 ARTURO LA BROCCA - € 26.000
4 MATTIA NICCHETTO - € 18.000
5 ENZO TOMMASONE - € 13.250
6 MANUEL COPPOLA - € 9.500
7 ALESSANDRO  RIZZI - € 7.000
8 VINCENZO BORTONE - € 5.500
9 COSIMO CHIARADIA - € 4.500

Sul Blog di Stanleybet.it è possibile consultare il payout dell'intero evento.

Il notevole riscontro nei numeri e nell'apprezzamento del pubblico testimonia il grande successo di questo evento. Entusiastici i commenti dei partecipanti verso l'organizzazione Stanleybet, che ha fatto in modo che i giocatori si sentissero sempre al centro dell'attenzione. 


RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password