Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/05/2018 alle ore 20:40

Poker & Casinò

25/01/2018 | 11:35

Casinò, Crimea: via libera per l’apertura di una zona franca

facebook twitter google pinterest
crimea casinò

ROMA - Via libera per la creazione di una zona franca per le case da gioco in Crimea. È quanto ha spiegato all’agenzia russa TASS il Presidente della Repubblica Sergey Aksenov. Il progetto, che prevede l’apertura di diversi casinò, era stato presentato nel 2014, ma solo adesso ha ottenuto l’ok dal Governo centrale. Secondo Aksenov c’è già un investitore privato pronto a finanziare i lavori con 120 milioni di euro. Il via alle puntate è previsto per settembre 2019, ma già nel prossimo febbraio verrà individuata l’area geografica dove sorgerà il nuovo complesso. L’apertura dei casinò in Russia è formalmente vietata dalla legge, ma ci sono quattro zone franche dove le case da gioco possono esercitare la loro attività: la Crimea, quindi, diventerà la quinta. «Siamo sicuri che con questo progetto la Crimea diventerà un polo d’attrazione per i turisti e sorgeranno nuove infrastrutture - ha spiegato Andrey Melnikov, ministro dell’economia in Crimea - Ne gioverà tutta l’economia, non solo per gli incassi dei casinò, ma anche per quelli che arriveranno dall’indotto di hotel, ristoranti e attività commerciali aperte a corredo». Secondo le prime stime, la Crimea incasserà circa 400 milioni di euro all’anno dal nuovo progetto. AG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password