Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/11/2019 alle ore 20:43

SBC News

19/09/2019 | 15:22

Betting on Sports - Castaldo (Ceo Microgame): "Con il divieto di spot diventa essenziale coinvolgere il giocatore"

facebook twitter google pinterest
Betting on Sports Castaldo (Ceo Microgame): Con il divieto di spot diventa essenziale coinvolgere il giocatore

LONDRA - Il divieto di pubblicità introdotto dal decreto dignità e le prospettive future del mercato del gioco online. Marco Castaldo, Ceo di Microgame, ha approfondito con Agipronews gli argomenti affrontati nel corso del panel "Italy - Reaching an audience", durante “Betting on sports” a Londra.

Dopo l'entrata in vigore del divieto di pubblicità quali sono le prospettive del mercato del gioco online?

"Nonostante le difficoltà e le incertezze recenti, la prospettiva di crescita del mercato online in Italia rimane molto importante. Basti considerare che la penetrazione dell’online sul totale del gioco in Italia è stata del 8,5% nel 2018 contro una media mondiale dell'11,5% e con punte tra il 20% e il 40% per alcuni mercati. Non bisogna considerare solo la tendenza generale nei comportamenti del consumatore, ma anche le restrizioni sul gioco fisico e le conseguenti spinte dell’industry verso l'online. Penso che non sia irrealistico attendersi almeno un raddoppio della penetrazione, oltre il 16%, in tempi abbastanza brevi".

Che ruolo svolgerà il modello omnichannel sul mercato?

"Lo sviluppo di questi modelli sarà sempre più centrale. Parlo al plurale perché il concetto di omnichannel si declina in diverse modalità. Ad esempio l’integrazione dell’esperienza del giocatore tra sito online e sito fisico (come una sala scommesse) sfruttando strumenti di collegamento tra momenti diversi e fasi diverse del gioco. Strumenti che già offriamo ai i nostri clienti concessionari delle scommesse a terra. Il modello base, il primo stadio di una strategia multicanale, rimane l’affiliazione a terra ovvero il modello PVR. Ritengo che questo canale di distribuzione, già affermato in Italia, avrà la maggiore crescita a breve perché risponde alle esigenze dell’industry in un contesto senza pubblicità e non richiede la disponibilità di concessioni di gioco terrestre".


In un mercato senza pubblicità come possono muoversi gli operatori?

"Gli operatori di gioco fisico dovranno espandersi nell’online sfruttando i loro asset, la rete a terra, il flusso di giocatori, marchi e know-how sul gioco. Gli operatori dell’online potranno seguire due strade: includere nella propria strategia la ricerca di partner affiliati a terra per espandere la loro capacità di acquisizione di giocatori, oppure limitarsi al canale di distribuzione online. In questa seconda ipotesi, ma non solo, il focus dell’operatore dovrà essere sempre più rivolto a differenziare l’esperienza di gioco per creare un circolo virtuoso di lealtà e passa-parola. Questo vuol dire, ad esempio, lavorare più sul coinvolgimento del giocatore, più 'engagement' e meno 'promotion'". 

 

NT/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

sbc

SBC, Kelly Kehn è la nuova Global Relationships Director

15/11/2019 | 12:40 LONDRA - Kelly Kehn è stata nominata Global Relationships Director di Sports Betting Community, azienda leader nell'organizzazione di eventi e rassegne sul mondo del gaming, tra cui, ad esempio, Betting on Sports, Betting...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password