Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/07/2020 alle ore 10:34

SBC News

14/01/2020 | 12:34

Uk, Gambling Commission: stop alle puntate con carte di credito, via al nuovo sistema di autoesclusione dei giocatori

facebook twitter google pinterest
gambling commission carte credito

ROMA - Stop al gioco d'azzardo con carte di credito. La novità, annunciata oggi dalla Gambling Commission britannica, entrerà in vigore il 14 aprile. Un giro di vite dovuto, si legge in una nota della Commissione, dopo la stima «che circa 800mila consumatori usano le carte di credito per giocare. Le ricerche condotte da noi condotte mostrano che il 22% dei giocatori che utilizzano carte sono problematici». Il divieto sarà applicato sia al gioco online che fisico, a eccezione delle lotterie non da remoto. La Gambling Commission ha inoltre annunciato che entro il 31 marzo tutti gli operatori dovranno aderire a "GAMSTOP", il sistema di autoesclusione dei giocatori. Il programma consentirà ai clienti di autoescludersi dal gioco online, con una singola richiesta che arriverà a tutti gli operatori.

«La maggior parte delle banche ci ha incoraggiati a introdurre misure per vietare il gioco con le app mobile - ha spiegato Helen Whately, ministro della Cultura - Tutte la aziende di gioco dovranno diventare socialmente responsabili e utilizzare il potere della tecnologia per proteggere i giocatori». Identica la posizione di Neil McArthur, amministratore delegato della Gambling Commission: «È importante che i sistemi autoesclusione abbiano la massima efficacia e sarà così solo se saranno usati insieme ad altri strumenti di blocco come il blocco delle carte di pagamento - ha detto - Gli operatori devono fare tutto il possibile per ridurre al minimo il rischio di danni correlati al gioco. Per questo ci aspettiamo che l'industria crei prodotti sicuri, conosca i propri clienti, capisca quanto possono permettersi di giocare e intervenga nei casi problematici». Negli ultimi due anni la Commissione aveva già introdotto norme più stringenti, come la verifica dell'età, la restrizione dei giochi gratuiti, l'inasprimento delle norme sulla pubblicità.  LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password