Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 31/10/2020 alle ore 20:36

SBC News

27/04/2020 | 10:57

Sbc Digital Summit, Koerl (Ceo Sportradar): “Perso il 90% del business in pochi giorni, affrontiamo la crisi con e-sports e partite simulate”

facebook twitter google pinterest
sbc summit sportradar crisi

“Possiamo simulare un evento, ad esempio facendo giocare Manchester-Liverpool senza le squadre in campo. Per farlo, utilizziamo l’enorme database di informazioni che abbiamo raccolto negli ultimi dieci anni e la nostra piattaforma per gli eventi simulati. Abbiamo poi aumentato il numero di virtual games, focalizzando tutte le risorse su questi progetti. Stiamo anche spingendo sugli esports, specie Fifa20, offrendo quote ma anche fornendo servizi di integrity”. Lo ha detto Carsten Koerl, amministratore delegato di Sportradar, nel panel di apertura di Sbc Digital Summit, illustrando la strategia anticrisi degli operatori di gaming in tempi di epidemia. “Nessuno si aspettava che all’improvviso non si potesse più viaggiare liberamente. Ora dobbiamo guardare a diverse forme di comunicazione, viaggiare meno e usare con più efficacia il nostro tempo. Quattro o cinque settimane fa ho riunito il management per discutere dell’imminente lockdown in tanti paesi”, ha proseguito.  Koerl ha ricordato che “In due o tre giorni abbiamo perso il 90% del nostro business. Per la prima volta ho dovuto fare un piano per gestire la liquidità della società, una cosa che non era mai successa in 20 anni. Ogni giorno facciamo ore e ore di videochiamate con i top manager per stabilire le linee guida della nostra azione e come organizzare la nostra comunicazione verso i partner, vale a dire leghe sportive e bookmaker. Le condizioni sono cambiate completamente. Abbiamo dovuto imparare a tagliare costi e devo dire che sta funzionando. Non abbiamo le partite ma dobbiamo superare la crisi e stiamo cercando di farlo. Adesso abbiamo più eventi in questi giorni rispetto allo scorso anno: addirittura il 20% di più. Siamo cresciuti come dimensione, anche se ovviamente mancano gli eventi giocati”. La prospettiva, ha detto il numero uno di Sportradar, è comunque positiva: “Tutti sono a casa, adesso. Ci manca lo sport disperatamente, anche perché significa “normalità” per tutti noi. La notizia positiva è che la Bundesliga potrebbe ripartire a metà maggio, e in Austria dovrebbe succedere lo stesso. Anche in Asia stanno riavviando alcuni campionati importanti. Restiamo ottimisti, guardiamo avanti con fiducia”.

NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password