Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/10/2021 alle ore 18:35

Altri sport

18/05/2021 | 15:20

MotoGP, Quartararo in pole per il Mondiale ma Bagnaia e la Ducati sono lì: titolo a 3,50 su Sisal.it per il binomio tricolore

facebook twitter pinterest
MotoGP Quartararo in pole per il Mondiale ma Bagnaia e la Ducati sono lì: titolo a 3 50 su Sisal.it per il binomio tricolore

ROMA - La quinta gara stagionale del Motomondiale a Le Mans, e l’imminente accordo con il nuovo team VR46, hanno mostrato come la Ducati sia, in questo momento, la moto da battere nella classe regina. A questo dominio Rosso-Borgo Panigale, vuole però provare a mettere un freno Fabio Quartararo in sella alla sua Yamaha M1 - si legge in una nota - che continua a guardare tutti dall’alto di una classifica cortissima dove i primi quattro sono racchiusi in appena 16 punti. Il transalpino, terzo domenica scorsa sul circuito di casa, è così il favorito per gli esperti di Sisal Matchpoint per diventare il nuovo campione del mondo della MotoGP visto che il suo successo è in quota a 3,00. Quartararo potrebbe diventare il primo francese iridato nella classe più importante del motociclismo interrompendo anche il dominio spagnolo che ha portato a dieci titoli in MotoGP negli ultimi 11 anni. Attaccato alla coda del Diablo, in classifica e nelle quote, c’è la coppia tricolore formata da Pecco Bagnaia e dalla Ducati. Il numero 63 in Rosso ha mostrato grandissimo feeling con la Desmosedici, visti i tre podi stagionali, e sogna di imitare Giacomo Agostini e la MV Augusta degli anni 60- 70 quando il binomio italiano dominava la scena mondiale. Bagnaia ha l’obiettivo di riportare il titolo piloti a Borgo Panigale dove manca dal 2007, anno in cui Casey Stoner si mise tutti alle spalle: un traguardo che si gioca a 3,50.

Sul terzo gradino del podio dei candidati al titolo c’è ancora Marc Márquez nonostante la caduta nell’ultimo Gran Premio di Francia e il pesante ritardo, 64 punti, in classifica. L’otto volte iridato, prima del ritiro a Le Mans, aveva mostrato segnali di ripresa con la Honda RC213V e già al Mugello proverà a ridurre il gap da Quartararo: vederlo festeggiare il nono mondiale, per gli esperti di Sisal Matchpoint, pagherebbe 6 volte la posta. Attenzione però a Jack Miller. Il Canguro Volante, reduce dalla doppietta Jerez-Le Mans, ha lanciato il guanto di sfida, dopo un inizio di stagione complicato, e ora ha nel mirino il vertice iridato. Miller, cresciuto come tutti gli australiani nel mito di Casey Stoner, sembra essersi sbloccato psicologicamente e adesso sembra un tutt’uno con la Ducati numero 43 tanto che il successo mondiale è in quota a 6,00.

RED/Agipro 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password