Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/09/2022 alle ore 13:51

Altri sport

03/03/2022 | 17:50

MotoGP: Bagnaia favorito nell'esordio in Qatar, per il mondiale è testa a testa tra il ducatista e Marquez

facebook twitter pinterest
MotoGP: Bagnaia favorito nell'esordio in Qatar per il mondiale è testa a testa tra il ducatista e Marquez

ROMA - Fabio Quartararo si presenta ai nastri di partenza del Gran Premio di Doha da campione del mondo in carica, ma il pilota francese della Yamaha non è il favorito numero uno per il primo appuntamento del motomondiale 2022. Secondo gli esperti di Snai è Francesco Bagnaia, protagonista di un finale di 2021 di assoluto livello, il candidato numero uno alla vittoria, in quota a 2,50 contro il 3,50 di Marc Marquez, tornato ai nastri di partenza finalmente in condizioni ottimali dopo i tanti problemi fisici delle ultime due stagioni. Solamente terzo "El Diablo" Quartararo, offerto a 4,50, davanti al trio formato da Jack Miller, Johan Zarco e Jorge Martin a 12. Chance di successo anche per Enea Bastianini, proposto a 15, mentre sale a 25 l'acuto di Franco Morbidelli. 

Qualifiche, avanti ancora Bagnaia – L'italiano della Ducati è anche il pilota con maggiori chance di centrare la pole position nelle qualifiche di sabato. Il miglior tempo di Bagnaia si gioca a 2,50 contro il 4,50 di Fabio Quartararo, uno specialista del giro secco. Leggermente più attardato Marc Marquez a 5,50 davanti al duo  Jorge Martin-Jack Miller in quota a 7,50. 

L'ombra di Marquez sul titolo – Sarà testa a testa Bagnaia-Marquez anche per il titolo mondiale MotoGP. "Pecco" parte avanti anche in questo caso, a 2,25, ma con un vantaggio minimo sul fuoriclasse spagnolo dato a 2,75. Fissato invece a 5,75 il bis iridato di Quartararo, mentre un nuovo acuto di Joan Mir, come nel 2020, paga 12 volte la posta. 

RED/Agipro

Foto Credits Vaclav Duska Jr. CC BY 2.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password