Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/09/2019 alle ore 09:12

Altri sport

27/11/2018 | 14:08

Ciclismo: si punta sulla “follia” di Tafi. La vittoria a Roubaix a 53 anni è a quota 350 su Snai

facebook twitter google pinterest
andrea tafi roubaix quote snai scommesse

ROMA – Ha corso tutta la carriera con la Roubaix nella testa e nel cuore. L'ha vinta nel 1999, dopo averla sfiorata due volte. Le sconnessioni del pavé, che torturano anche campioni conclamati, sotto i suoi pedali sembravano appiattirsi magicamente. E oggi Andrea Tafi vuole riprovarci. L'obiettivo è quello di presentarsi sulla soglia dei 53 anni al via della Parigi-Roubaix edizione 2019, a vent'anni esatti dalla sua vittoria. Il progetto sta prendendo corpo: fra le squadre interessate ad ingaggiarlo pare ci sia anche la Dimension Data di Mark Cavendish.

Il caso ha catturato l'attenzione degli analisti Snai, che hanno lanciato uno speciale sull'ex corridore toscano. Vederlo tagliare il traguardo per primo alla Roubaix 2019 è un'ipotesi che vale 350 volte la scommessa. Un piazzamento sul podio è a quota 150. Meno improbabile che entri nei primi dieci, un evento dato a 50.

Nella sua lunghissima carriera (ha corso dal 1988 al 2005) Tafi ha corso la Roubaix 13 volte. Oltre alla vittoria del 1999, ha raggiunto il podio nel 1996 e nel 1998 e il 5° posto nel 2003, a 37 anni. Complessivamente si è piazzato cinque volte nei primi dieci. All'ultima sfida, a 39 anni, si è fermato al 42° posto. Nella “sua” corsa, che molti corridori rifiutano di affrontare, non si è mai ritirato. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

motogp betaland

MotoGp, Aragon: Marquez vola a 1,45 nelle quote Betaland

19/09/2019 | 16:49 ROMA - Dopo il successo di Marc Marquez sul circuito di Misano, il Motomondiale torna con la tappa ad Aragon. Fatta eccezione per le prime due edizioni, vinte da Casey Stoner, dal 2012 c’è sempre stato uno spagnolo sul...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password