Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/11/2018 alle ore 19:01

Altri sport

23/02/2018 | 15:36

Lotta al match-fixing, Lega Pallavolo Serie A e Sportradar insieme a difesa dell'integrità dello sport

facebook twitter google pinterest
match fixing Lega Pallavolo Serie A Sportradar

ROMA - Prevenire, per tutelare l'integrità dello sport. Questo lo scopo del progetto varato dalla Lega Pallavolo Serie A in collaborazione con Sportradar AG., società leader nel monitoraggio delle scommesse e nella lotta alle frodi sportive.
Il progetto, giunto alla seconda edizione, coinvolgerà i Club della Serie A2 UnipolSai - atleti, dirigenti, tecnici, addetti ai lavori – in un percorso di educazione e formazione sul tema delle scommesse e del contrasto al match-fixing. La Lega Pallavolo Serie A è stata la prima a livello internazionale a varare un progetto educativo, finalizzato a diffondere la conoscenza e l’informazione su questi temi tra i propri tesserati, si legge in una nota.
Come per le passate edizioni, partner di questo progetto è Sportradar, da anni in prima linea ed al fianco delle Leghe e Federazioni nelle attività di prevenzione, educazione e contrasto delle frodi sportive, oltre che nel controllo dei flussi anomali di betting, attraverso l’impiego del più avanzato e sofisticato sistema per la rilevazione delle frodi sportive, il “Fraud Detection System”. Come noto, l’industria delle scommesse registra, in tutto il mondo, anno dopo anno, una crescita significativa dei propri fatturati, nel volley così come in numerosi altri sport di squadra e individuali. Un aumento dei volumi di raccolta, delle forme e modalità di betting, che va di pari passo con la sempre maggiore popolarità conquistata dalle diverse discipline sportive. Secondo gli ultimi dati elaborati da Sportradar, il giro d'affari delle scommesse a livello mondiale, sul volley supera i 3,5 miliardi di euro l’anno. Su ogni partita sono offerte svariate tipologie di scommesse che vanno dal money line, al totals (under/over), correct score, total sets, set handicap, odd/even points.
Il progetto di Integrity voluto dalla Lega Pallavolo Serie A si articolerà in una serie di workshop, condotti dal responsabile Integrity per l’Italia di Sportradar AG., l’avvocato Marcello Presilla, che avranno l’obiettivo di fornire un’informazione ampia e dettagliata su tutte le tematiche relative al tema delle scommesse ed al fenomeno del match fixing, grazie a un approccio che unisce le esperienze dirette - frutto delle attività di intelligence condotte a livello internazionale e nazionale da Sportradar – ed alle conoscenze teorico-giuridiche, utili a comprendere le conseguenze di carattere legale per chi commette illeciti. Ampio spazio sarà dato anche al ruolo cruciale dei social media nei meccanismi di approccio agli atleti da parte dei cosiddetti fixers. Tutto ciò al fine di consentire ad atleti, allenatori e dirigenti, di acquisire tutti gli strumenti necessari a individuare ed evitare situazioni di eventuale pericolo.
“Siamo certi che il percorso intrapreso con il partner Sportradar sia l’unica risposta credibile al triste fenomeno del match fixing: l’educazione e la cultura della prevenzione sono il rimedio. È sempre opportuno ricordare che l’alto monte scommesse per i nostri Campionati è sintomo di qualità del lavoro dei nostri Club: è un indice di salute, non un problema. Tuttavia le derive sono note, ed è proprio con i protagonisti dello sport, tecnici, dirigenti, soprattutto atleti che ci sediamo per un confronto aperto. Sottovalutare il tema dell’integrità sportiva o nascondersi dietro l’autoreferenza sarebbe un errore clamoroso”, spiega l’Amministratore Delegato della Lega Pallavolo Serie A, Massimo Righi.
“Siamo orgogliosi di proseguire in questo percorso virtuoso con la Lega Pallavolo Serie A, che ringraziamo per la sensibilità e l’attenzione dimostrate su un tema così importante e cruciale – dichiara Marcello Presilla, responsabile Integrity per l’Italia di Sportradar AG -. Le scommesse sono, ormai, sempre più presenti intorno a tutte le discipline ed ambiti sportivi, e questo è un aspetto che non può essere ignorato. Occorre, pertanto, informare ed educare con precisione tutti gli atleti ed i tesserati in genere, in ordine ai limiti, divieti, rischi e pericoli esistenti. Sportradar ritiene, inoltre, essenziale, intensificare l’azione di controllo sui flussi di scommesse relativi alle competizioni. Solo una corretta e approfondita conoscenza di questi fenomeni, unita ad una efficace azione di controllo, può contribuire in modo concreto a prevenire situazioni di inquinamento dello sport”.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

MOTOGP QUOTE SNAI valencia

MotoGp, Valencia: Marquez cade, ma resta padrone in quota

17/11/2018 | 17:41 ROMA - E' di Maverick Vinales la pole position dell'ultima gara stagionale di MotoGp, a Valencia. Lo spagnolo della Yamaha ha preceduto connazionale della Suzuki, Rins, e Andrea Dovizioso. Brividi per Marc Marquez caduto e...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password