Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/07/2019 alle ore 20:46

Calcio

05/06/2019 | 14:11

Mondiali femminili, Francia al top: l'Italia sogna ad alta quota, trionfo a 40 su Snai

facebook twitter google pinterest
Mondiali femminili Francia Italia quota Snai

ROMA - Il fattore campo sarà decisivo nei Mondiali di calcio femminili, al via in Francia dopodomani. La Nazionale di casa, reduce da due buoni risultati nelle ultime due edizioni (quarta nel 2011, ai quarti di finale nel 2015) con il supporto del pubblico può trovare un marcia in più e alzare il trofeo. Gli analisti SNAI la danno come favorita assoluta, a 4,25, addirittura davanti agli USA, la selezione più vincente di sempre (ha trionfato in tre edizioni su sette) che si ritrova nell'insolito ruolo di inseguitrice a 4,50. Più staccata la Germania, data a 6,00, che pure è abituata a vincere (due i trionfi delle tedesche, più l'oro alle scorse Olimpiadi) ma è alle prese con un ricambio generazionale. A chiudere il parterre delle grandi favorite c'è l'Inghilterra, a 7,00, allenata da Phil Neville, desiderosa di migliorare il terzo posto dell'ultima edizione.

Occhio all'Australia - L'Italia, sul tabellone SNAI, paga la lunga assenza dal palcoscenico mondiale. Le azzurre, allenate da Milena Bertolini, tornano a giocare la fase finale dopo ben 20 anni e sono date a 40 per il trionfo. Più realistico che possano superare il loro miglior risultato di sempre, ossia i quarti di finale centrati nel 1991, anno della prima edizione del torneo. L'approdo in semifinale è dato a 6,50. Nel Girone C, assieme all'Italia, c'è un'altra possibile vincitrice: l'Australia, sesta nel ranking Fifa e data 18. Le "Matildas", così sono soprannominate le giocatrici australiane, sono a 18, precedute dal Giappone (campione due edizioni fa e dato a 15) e dall'Olanda, che ha vinto l'ultimo Europeo ed è data a 12.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password