Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 28/10/2021 alle ore 11:20

Calcio

18/05/2021 | 13:45

Finale Coppa Italia: Atalanta avanti di un soffio, la Juve insegue. Un epilogo ai rigori si gioca a 6,25 su Snai

facebook twitter pinterest
finale coppa italia atalanta juventus quote

ROMA – Atalanta già al sicuro in zona Champions e concentrata esclusivamente sull'impegno di domani; Juventus a caccia del secondo trofeo di stagione, dopo la Supercoppa Italiana del gennaio scorso, ma costretta a pensare anche all'ultimo turno di campionato, nel quale dovrà guadagnarsi la prossima Champions League. Situazioni diverse che per gli esperti di Snai contribuiscono a fare dell'Atalanta la favorita nella finale di Coppa Italia in programma domani al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Il pronostico, pur equilibrato, tende infatti al nerazzurro, con il trionfo atalantino (sarebbe il secondo, dopo quello del 1963) dato a 1,85 e la quattordicesima vittoria bianconera offerta a 1,95. Un po' più marcate le differenze nell'«1X2» al novantesimo: la Dea viaggia a 2,50, la Juventus segue a 2,85. Una «X» che porterebbe ai supplementari si gioca a 3,35. Del resto, proprio il bilancio delle sfide recenti con la Juve rende l'idea della crescita bergamasca: nelle ultime tre stagioni, compresa la presente, i sei match di campionato vedono una vittoria per parte e ben quattro pareggi. A questi risultati, però, va aggiunto il 3-0 per l'Atalanta nei quarti di finale della Coppa Italia 2018-19.

Occhio al 2-2 - Quanto al risultato esatto, l'esito largamente più frequente tra le due squadre in tempi recenti è stato il 2-2, uscito quattro volte nelle ultime sei stagioni. Nell'occasione preluderebbe ai supplementari e si gioca a 12. A 10 l'1-0 per l'Atalanta, a 11 lo 0-1 bianconero. L'equilibrio in campo potrebbe condurre la sfida fino ai rigori: un'eventualità che su Snai vale 6,25.

RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password