Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/06/2018 alle ore 12:15

Calcio

02/03/2018 | 14:42

Match Fixing, stangata al calcio greco: 58 condanne per lo scandalo del 2011

facebook twitter google pinterest
match fixing uefa grecia sportradar scommesse

ROMA - La Corte di Appello di Atene ha confermato le condanne per truffa, corruzione, scommesse illegali e riciclaggio di denaro nei confronti di  58 personaggi del calcio ellenico, coinvolti nel 2011 nello scandalo di partite truccate in Grecia. Il tribunale ha disposto pene dai 30 mesi ai 10 anni per il presidente e proprietario dell'Asteras Tripolis (Giorgos Borovilos), l’ex proprietario del Levadiakos (Yiannis Kobotis), l’ex sindaco di Volos ed ex proprietario del club locale (Achilleas Beos), e due ex difensori dell'Olympiakos (Avraam Papadopoulos e Kostas Mendrinos).
Le autorità giudiziarie greche avevano avviato l’indagine inseguito alla segnalazione della Uefa, che aveva presentato alla Federcalcio greca una lista di 41 partite sospette. Le anomalie erano state identificate tramite il Fraud Detection System della Uefa che, in collaborazione con Sportradar, consente il monitoraggio di 32mila partite in Europa ogni anno. L’elenco presentato alle autorità greche comprendeva due partite di Souper Ligka (la massima serie del paese), e un lungo elenco di incontri della seconda divisione. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password